Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, legge per prevenzione e cura dei disturbi alimentari

Lombardia, legge per prevenzione e cura dei disturbi alimentari

379
Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli a Milano


Download PDF

Il 16 febbraio conferenza stampa all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Sarà presentata martedì 16 febbraio in conferenza stampa la nuova legge regionale che introduce strumenti, azioni e misure per prevenire e curare i disturbi della nutrizione e dell’alimentazione.
Alla conferenza stampa, in programma alle ore 13:00 all’Auditorium Gaber di Palazzo Pirelli, interverranno la relatrice del provvedimento e Vice Presidente della Commissione Sanità Simona Tironi, il Presidente del Consiglio regionale Alessandro Fermi, l’Assessore regionale al Welfare Letizia Moratti e l’attrice Ambra Angiolini, autrice del libro ‘InFame’ nel quale racconta la sua battaglia contro il disturbo alimentare della bulimia che l’ha accompagnata per 11 anni.

Il provvedimento, in discussione in Consiglio regionale proprio nella giornata di martedì 16 e iscritto come primo punto all’ordine del giorno della seduta, prevede l’istituzione di una Rete regionale per la prevenzione e la cura dei disturbi della nutrizione e dell’alimentazione; l’implementazione in ogni ASST di interventi ambulatoriali per l’intercettazione precoce, la diagnosi e l’eventuale invio dei pazienti alle strutture più appropriate, con l’individuazione di ASST specifiche nelle quali costituire unità funzionali specialistiche adibite al trattamento anche ospedaliero dei pazienti; la creazione nelle ASST di équipe funzionali composte almeno da uno psichiatra, un neuro-psichiatra infantile, un medico internista, un dietologo, uno psicologo psicoterapeuta, un tecnico della riabilitazione psichiatrica, un dietista, un infermiere ed eventuali altri professionisti con formazione specifica in merito ai disturbi della nutrizione e dell’alimentazione; la presentazione al paziente da parte delle strutture di un progetto terapeutico-riabilitativo; la programmazione e attuazione di politiche a sostegno delle famiglie e dei caregiver dei pazienti, valorizzando anche le iniziative già presenti sul territorio; la definizione di iniziative e corsi specifici di formazione riservati a operatori sanitari e sociosanitari, tra cui medici di medicina generale e pediatri di libera scelta

La conferenza stampa sarà trasmessa anche in diretta streaming sul sito del Consiglio regionale.

Print Friendly, PDF & Email