Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia: 2 giugno, la Festa della Repubblica a Monza

Lombardia: 2 giugno, la Festa della Repubblica a Monza

274
Festa della Repubblica a Monza


Download PDF

Il Presidente del Consiglio regionale: ‘Dare fiducia alle famiglie, ai giovani, alle imprese per promuovere, nei fatti, l’unità nazionale e favorire il senso di appartenenza delle nostre comunità’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Il 2 giugno del 1946 si affermò per la prima volta il senso di un popolo finalmente unito e la volontà comune di rimboccarsi le maniche e ricostruire i Paese e la democrazia.

In un momento caratterizzato da una grande instabilità internazionale dobbiamo riscoprire quel senso di comunità che con il referendum del 1946 stava iniziando a prendere forma.

Unità sotto una sola bandiera, il tricolore: è il messaggio della Festa della Repubblica che oggi compie 78 anni.

Queste le parole pronunciate dal Presidente del Consiglio regionale della Lombardia in occasione del discorso che ha tenuto a Monza, nel Cortile d’onore della Villa Reale, per la Festa della Repubblica.

Nel suo discorso il Presidente del Consiglio ha sottolineato l’importanza di dare fiducia alle famiglie, ai giovani, alle imprese.

Ha detto:

Questa è la parola chiave da cui la politica e le istituzioni devono sempre partire per promuovere, nei fatti, l’unità nazionale e favorire il senso di appartenenza delle nostre comunità.

Un passaggio del discorso è stato dedicato ai soldati italiani che, nel Mar Rosso, sono impegnati nell’operazione Aspides, destinata ad assicurare la protezione del traffico mercantile dagli attacchi dei ribelli Houthi Yemeniti e a quelli della missione Levante, che garantisce interventi umanitari a favore della popolazione palestinese nella striscia di Gaza.

Il Presidente ha sottolineato:

Nelle 36 missioni del nostro Paese nel mondo le donne e gli uomini del nostro Esercito ci ricordano ogni giorno con il loro lavoro l’importanza e la bellezza di ideali come patria, senso del dovere, responsabilità e altruismo.

Termini che oggi sembrano retorici, ma che invece sono il nostro pane quotidiano, perché sono l’humus che alimenta la comunità e l’Unità nazionale.

Infine, a pochi giorni dalle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, un pensiero all’Europa che

deve svolgere con maggiore forza un ruolo di primo piano a difesa della sua identità e dei suoi valori, rafforzando la competitività del continente.

La Festa della Repubblica deve continuare ad essere collante di valori ideali e politici.

Print Friendly, PDF & Email