Home Molise Campobasso ‘Le canzoni che ho amato’ al Castello Monforte

‘Le canzoni che ho amato’ al Castello Monforte

418
Radis Trio


Download PDF

Il Radis Trio in concerto il 7 agosto a Campobasso

Riceviamo e pubblichiamo.

Venerdì 7 agosto, ore 21:00, nell’ambito della rassegna ‘Musica in Città’- luglio – agosto 2020, Direzione artistica Andreina Di Girolamo, presso il Castello Monforte a Campobasso, il Radis Trio si esibirà nel concerto ‘Le canzoni che ho amato’.
Lucia Minetti – voce
Roberto Barone – chitarra
Almerindo Paglione – chitarra

Obbligo di mascherina

Programma
M. Gould – Pavane
A. RodrigueZ / B. Byas – Coimbra
T. Dallara – Come prima
L. Bovio / E. Tagliaferri / N. Valente – Passione
S. Endrigo – Io che amo solo te
J. S. Bach – Wachet, ruft uns die Stimme, dalla Cantata BWV 140
M. P. Costa – Era de maggio
A. C. Jobim – Vivo sonhando
A. Scarlatti – Sonata K2
G. B. Pergolesi – Mentre dormi (aria dall’Olimpiade)
Anonimo – Michelemmà
G. Paoli – Senza fine
L. Berio – Aldo
Canzone Popolare Svedese – Nu hopper haren kraͦka
A. Piazzolla – Lo que vendra
A. C. Jobim – Derreidera primavera
L. Tenco – Vedrai vedrai
A. C. Jobim – Por toda minha vida
E. A. Mario – Canzone appassionata
F. Florimo / A. De Lauzières – La Tarantella

Biografie

Lucia Minetti
Cantante dalla voce unica, è una fra le interpreti più apprezzate del panorama jazzistico italiano. È molto stimata di per la grande personalità interpretativa, la sensibilità, il timbro della voce, l’intensità e la qualità dei lives. Si dedica alla canzone d’autore da molti anni.

È l’interprete prediletta di molti autori che le hanno dedicato i loro lavori, tra cui: ‘Orae canonicae’ di Claudio Fasoli, dedicato alle liriche di W.H. Auden; lo spettacolo teatrale ‘Ophelia’ di Valter Malosti, con Michela Cescon sui testi di Shakespeare; ‘Poi nella serena luce’ di Roberto Bonati, sulle liriche di Attilio Bertolucci. Ha lavorato con Giorgio Gaslini. Tra le altre collaborazioni quelle con Gianni Coscia, Susanna Beltrami, Andrée Ruth Shammah e il Teatro Franco Parenti di Milano.

Ha inciso cinque CD, tutti sulla canzone d’autore di vari paesi, dai songbook americani, al fado alla canzone d’autore brasiliana, alla canzone francese d’autore con un primo CD dal titolo ‘Mormoro l’amore’ e un secondo più recente dal titolo ‘Fil Rouge’ uscito nel 2016 per l’etichetta Velut Luna.

Le è stata dedicata un’ora di diretta su Radio Tre con Pino Saulo, proprio per presentare questo nuovo lavoro discografico in diretta da Perugia. Passa con disinvoltura dall’imponenza delle sue interpretazioni vocali a un uso della voce come strumento all’interno di improvvisazioni sempre inerenti al tipo di canzone e di repertorio che sta interpretando

Almerindo Paglione
Compie gli studi di chitarra con Raimondo Di Sandro. La sua attività concertistica si sviluppa soprattutto nell’ambito della musica da camera, collaborando con diverse formazioni ed in particolare in duo con la chitarrista Maria Orlandi, con la quale ha esplorato buona parte del repertorio per due chitarre del ‘900. Si è dedicato anche alla ricerca e all’improvvisazione in contesti di musica per l’arte contemporanea, fra cui la videoarte/installazioni sonore con Roberto Clemente, Alex Mendizabal, Bruce McClure, Angiola Janigro e Michelangelo Janigro.

Ha partecipato a rassegne di arte contemporanea al C.A.C.C. Centro d’Arte Contemporanea Chiasso, al Tekfestival di Roma e ha collaborato con la Rai in qualità di autore di musiche per programmi radiofonici. Insieme con Roberto Barone ha ideato e realizzato diversi progetti musicali dedicati sia alla musica popolare che alla sperimentazione sonora: in particolare si ricorda Musica per i fantasmi e Monozigoto.
È docente di chitarra a Roma.

Roberto Barone
Ha percorso gli studi accademici con la guida di Raimondo di Sandro. Si è dedicato nella sua attività di musicista prevalentemente alla ricerca e allo studio del rapporto tra parola e suono, materia cui ha dedicato vari lavori, tra cui ‘Il combattimento di Tancredi e Clorinda’ di Claudio Monteverdi, ‘Com’a fiore de mientra’ sulle liriche del poeta molisano Eugenio Cirese e ‘Le stanze della luna’ sui testi di Maria Concetta Barone. Ha collaborato con Angiola Janigro come autore delle musiche di alcuni lavori per il teatro.

Ha composto ed eseguito, con gli allievi del laboratorio musicale del Liceo Scientifico ‘Romita’ di Campobasso, musiche su testi tratti, tra gli altri, dallo Zibaldone di Leopardi e da passi della poesia latina di Catullo, nell’ambito dei progetti ‘Suggestioni sonore nella poesia dell’altrove’ ed ‘Animula vagula blandula’. Ha collaborato con artisti come Luca Spagnoletti, Almerindo Paglione, Lucia Minetti, Marco Siniscalco, Michelangelo Janigro, Roberto Clemente, Fabio Del Cioppo. È docente di chitarra a Pescara.

Print Friendly, PDF & Email