Home Territorio ‘La luna e il mare nella canzone napoletana’ al Teatro Trianon Viviani

‘La luna e il mare nella canzone napoletana’ al Teatro Trianon Viviani

335
'Le mille e una Napoli'


Download PDF

Il 27 gennaio il secondo appuntamento del ciclo di racconti – concerti ‘Le mille e una Napoli’

Riceviamo e pubblichiamo.

Dopo il successo del debutto, giovedì 27 gennaio ore 20:00, va in scena al Teatro Trianon Viviani il secondo dei sette appuntamenti tematici de ‘Le mille e una Napoli’, ciclo di racconti – concerti, inserito nell’ambito delle Conferenze cantate.

Le conversazioni – concerto nate da un’idea del Direttore artistico Marisa Laurito, che tra canzoni, aneddoti e poesie, vogliono narrare il fascino del capoluogo partenopeo. Protagonisti Francesca Colapietro, voce, Mariano Bellopede, pianoforte e arrangiamenti musicali, Luigi Fiscale, contrabbasso, Marco Fazzari, batteria.

Il tema del secondo appuntamento è ‘La luna e il mare nella canzone napoletana’; i testi sono di Carmine Borrino; la voce fuori campo di Gino Curcione; special guest della serata sarà Massimo Masiello.

Costo del biglietto €10,00; ridotto €7,00 riservato agli studenti. I ticket sono acquistabili su www.azzurroservice.net.

Al centro di questa seconda conversazione – concerto, ‘La luna e il mare nella canzone napoletana’: tanti i riferimenti musicali contemporanei, da N’ata stagione di Pino Daniele a Enzo Gragnaniello con Senza na luna fino a L’astronauta degli Avion Travel; ma ricercati sono anche i momenti letterari che andranno ad impreziosire lo spettacolo, dal mito di Iside alla poesia di Leopardi Alla luna, passando per la cosmogonia di Giordano Bruno e al testo Primo viaggio alla Luna fatto da una donna, scritto da Ernesto Capocci e pubblicato a Napoli nel 1857.

Gli eventi de ‘Le mille e una Napoli’ proseguiranno il 17 febbraio con ‘Napoli vista dai forestieri’; e ancora il 7 aprile con l’appuntamento dedicato a ‘Il cibo’; il 14 aprile va in scena ‘Amore, passione e gelosia’; il 28 aprile al centro dell’evento ci saranno le Villanelle; si chiude il 26 maggio con l’‘Ironia nella canzone napoletana’.

Print Friendly, PDF & Email