Home Arabia Felix Islam: Grande Moschea di Roma, inizia il Ramadan in Italia

Islam: Grande Moschea di Roma, inizia il Ramadan in Italia

1470
Moschea di Roma


Download PDF

Mese di digiuno e di espiazione per i musulmani

Il Centro Islamico Culturale d’Italia, unico ente islamico riconosciuto, con DPR 212/1974, dalla Repubblica Italiana e noto come la grande moschea di Roma, ha annunciato che il mese di Ramadan dell’anno 1441 dell’egira, mese di digiuno e penitenza per i musulmani, inizierà in Italia il giorno venerdì 24 aprile 2020.

Quest’anno gli esperti religiosi del Centro Islamico hanno potuto godere della preziosa collaborazione scientifica dell’INAF, Istituto Nazionale di Astrofisica. Il Centro Islamico Culturale d’Italia e l’Istituto Nazionale di Astrofisica hanno costituito una commissione scientifica congiunta che anche in avvenire collaborerà nel determinare l’inizio del Ramadan, del mese del Pellegrinaggio, del Capodanno Islamico. A farne parte, per il Centro Islamico, il Segretario Generale, dr. Abdellah Redouane, l’Imam Nader Akkad e il dr. Gabriele Tecchiato.

È quanto si legge in un comunicato del Centro Islamico Culturale d’Italia, a firma del Segretario Generale, dr. Abdellah Redouane, che, nel trasmettere gli auguri a tutti i musulmani, in Italia e nel mondo, per l’inizio del mese sacro, ricorda a tutti i fedeli che, nella situazione attuale, non essendo possibile vivere la gioia della preghiera congregazionale e della rottura comunitaria del digiuno, i fedeli sono chiamati a una ulteriore prova e a un ulteriore sforzo nel professare la loro fede e vivere il loro digiuno.

Il Centro Islamico raccomanda a tutti i musulmani di continuare a rispettare, anche nel mese del digiuno, le disposizioni di legge in materia di contenimento del Covid-19, evitando assembramenti, sia nei momenti di preghiera che nei momenti di rottura del digiuno.

Print Friendly, PDF & Email
Redazione Arabia Felix

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.