Home Territorio Estero Iran: nuove proteste dei pensionati

Iran: nuove proteste dei pensionati

305


Download PDF

Manifestazioni contro la povertà in decine di città iraniane

I pensionati iraniani sono di nuovo scesi in strada in varie province del Paese il 6 giugno per le proteste contro la povertà e l’aumento dei prezzi, insieme a quelle di altri settori della società, mentre le autorità continuano a ignorare le loro richieste.
Da molti mesi i pensionati protestano contro l’enorme aumento dei prezzi dei beni a consumo, per la disparità tra i loro introiti e l’inflazione vertiginosa, chiedendo la piena attuazione del piano pensionistico paritario, l’attuazione dell’assicurazione complementare, il pagamento integrativo delle spese mediche e la gestione delle richieste insoddisfatte dei nonostante le ripetute manifestazioni e proteste.
Le principali città dei vari governatorati del Paese hanno assistito ad assembramenti di pensionati che hanno scandito slogan contro il governo e il parlamento perché le loro richieste, che considerano urgenti, non sono state ascoltate a causa della soffocante crisi economica che sta affliggendo il Paese.
Inoltre, Isfahan, il centro del paese, Tabriz, la capitale dell’Azerbaigian orientale nel nord-ovest dell’Iran, Ahvas nel sud-ovest, Arak nel centro, Shiraz, la capitale della Persia nel sud dell’Iran, Rasht, la capitale di Gilan nel Mar Caspio, Kermanshah nell’Iran occidentale e altre città, hanno assistito a manifestazioni e proteste di massa.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.