Home Territorio In memoria di Giancarlo – Trent’anni dopo

In memoria di Giancarlo – Trent’anni dopo

832
Giancarlo Siani


Download PDF

Le iniziative per il trentennale dell’uccisione di Giancarlo Siani

Martedì 22 Settembre alle 16 al Suor Orsola il convegno con l’ODG Campania valido anche per la formazione professionale dei giornalisti “Giancarlo Siani e il giornalismo di frontiera. Giornalisti di guerra in Italia”.

Fino al 15 Ottobre alla Reggia di Caserta la Mostra #NONINVANO

Era il 23 Settembre 1985 quando un agguato camorristico chiudeva per sempre la bocca di un giornalista che ama talmente la verità da essere disposto a pagare con la vita pur di raccontarla ai suoi lettori: Giancarlo Siani.

Trent’anni dopo, il ricordo ma soprattutto l’esempio di Giancarlo è ancora vivissimo. Anzi è cresciuto negli anni grazie all’attività della Fondazione Polis, la Fondazione della Regione Campania impegnata per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Memoria delle vittime innocenti della criminalità e per la valorizzazione dei Beni confiscati.

“Siamo ancora qui e non vogliamo dimenticare, perché chi dimentica è colpevole. Abbiamo voluto chiamare a raccolta tutti coloro che in questi trent’anni sono stati al nostro fianco e adesso vogliamo mostrare alla città tutto ciò che abbiamo fatto per la legalità lontano dai riflettori. È giusto ribadire che Napoli non è solo camorra, ma anche l’impegno di tante realtà che credono nel riscatto di questa terra”. Così Paolo Siani, fratello di Giancarlo e presidente della Fondazione Polis, ha presentato le iniziative per celebrare il trentennale dell’uccisione di Giancarlo Siani.

Martedì 22 alle 16 al Suor Orsola il convegno con l’Ordine dei Giornalisti della Campania sul Giornalismo di frontiera

Nell’ambito di queste iniziative Martedì 22 settembre, alle ore 16 appuntamento all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, sede della prima Scuola di Giornalismo del Mezzogiorno (con l’aula delle lezioni simbolicamente intitolata proprio a Giancarlo Siani), dove si svolgerà un convegno dedicato al tema “Giancarlo Siani e il giornalismo di frontiera. Giornalisti di guerra…in Italia”, organizzato in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti della Campania (che ha previsto anche l’attribuzione di sei crediti formativi per l’attività di formazione professionale per i giornalisti), la Rai, Articolo 21, Libera Informazione, Ossigeno per l’informazione, l’Unicri-United Nations Interregional Crime and Justice, la Village doc&films-Roma e il Festival Periferie del Mondo.

L’incontro, che sarà introdotto da Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania e Lucio d’Alessandro, Rettore dell’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa e coordinato da Marco Demarco, direttore della Scuola di Giornalismo Suor Orsola Benincasa, sarà aperto dalla giornalista de “Il Mattino” Daniela Limoncelli con il “Ricordo di Giancarlo Siani, un giornalista giornalista”.

Poi spazio ad alcune video testimonianze: “Il viaggio con la Mehari di Giancarlo”, “L’esperienza di frontiera di Radio Siani”, “Le interviste ai giornalisti sudamericani dal Festival Imbavagliati” e “Il riscatto possibile”, le storie di Vincenzo Pirozzi, figlio di un boss della Sanità che decide di abbandonare la malavita e darsi al teatro fondando il Nuovo Teatro Sanità, dove i ragazzi del quartiere seguono laboratori e mettono in scena spettacoli, proprio nel cuore del quartiere dominato per anni dalla sua famiglia, e di Sasà Striano ex giovane malavitoso delle Teste Matte che grazie al cinema e alla carriera di attore oggi ha cambiato vita.

Dopo le brevi proiezioni discuteranno di giornalismo di frontiera Lorenzo Frigerio di Libera Informazione, Marina Mazzini di Unicri-United Nations Interregional Crime and Justice, Sandro Ruotolo di Servizio Pubblico, Alberto Spampinato di Ossigeno per l’Informazione, e il giornalista Rai Carlo Verna, in rappresentanza di Articolo 21.

L’incontro si chiuderà con un video collegamento con il giornalista Franco Di Mare che presenterà lo Speciale Uno Mattina dedicato a Giancarlo Siani che andrà in onda mercoledì 23 settembre alle 8 del mattino su Rai Uno.

Programma Completo 22 Settembre ore 16 al Suor Orsola Giancarlo Siani e il Giornalismo di Frontiera

Il Premio Siani al libro con gli articoli di Giancarlo

Mercoledì 23 settembre, giorno dell’anniversario, alle ore 8.45 la tradizionale deposizione di fiori alle Rampe Siani (previsto un collegamento in diretta RAI con la trasmissione Uno Mattina) e poi alle 11 nella sede del quotidiano “Il Mattino” la XII edizione del Premio Siani, che quest’anno sarà simbolicamente consegnato allo stesso Giancarlo, con la presentazione del volume “Fatti di camorra. Dagli scritti giornalistici di Giancarlo Siani”, edito da IOD.

Alle ore 18.30 don Tonino Palmese celebrerà una santa messa presso la Chiesa dei Salesiani in via Morghen al Vomero, mentre alle 20 al PAN l’atrio del Palazzo delle Arti di Napoli sarà intitolato a Giancarlo Siani. Seguirà “Parole e Musica per Giancarlo”.

La Mostra #NONINVANO alla Reggia di Caserta fino al 15 Ottobre

In occasione del trentennale dell’uccisione di Giancarlo Siano a partire da venerdì 18 settembre la mostra con i volti delle vittime innocenti della criminalità #NONINVANO sarà installata presso la Reggia di Caserta. La mostra resterà in esposizione fino al prossimo 15 ottobre.

Print Friendly, PDF & Email