Home Territorio In Campania oltre 6.000 stomizzati senza assistenza

In Campania oltre 6.000 stomizzati senza assistenza

248
Campagne FAIS al contrario


Download PDF

La FAIS chiede chiarimenti e lancia una campagna ‘al contrario’

Riceviamo e pubblichiamo.

Grazie a Regione Campania mio padre ha a disposizione meno accessori per gestire la sua stomia. Siamo felici di poter così contribuire a far risparmiare la nostra Regione.

Recita così uno dei diversi layout pubblicitari realizzati dalla FAIS, Federazione delle Associazioni Incontinenti e Stomizzati, per denunciare l’assenza in Campania di prodotti accessori per la stomia.

Nella Regione sono oltre 6.000 le persone stomizzate, le stesse che da mesi segnalano la mancanza di remover e salviette detergenti: prodotti essenziali per il trattamento della stomia.

Un caso di malasanità di cui la Regione Campania e SoReSa, Società Regionale per la Sanità, sono responsabili e a cui la FAIS ha chiesto spiegazioni. Eppure, in altre zone della Campania, questi prodotti sono erogati regolarmente.

Il Presidente della FAIS, Pier Raffaele Spena, ha chiarito:

La situazione è molto seria. Ci sono persone che nella stessa Regione ricevono forniture diverse, un’assurdità.

Le persone più esposte sono quelle anziane perché la non corretta gestione del presidio può far insorgere criticità molto serie, che potrebbero portare a una possibile ospedalizzazione.

Sarebbe quindi meglio fornire un prodotto con costo medio mensile di 10/13 euro piuttosto che avere una persona ricoverata in ospedale. Ciò non toglie che parlare solo di risparmio in sanità è avvilente.

Ed è proprio sul risparmio a tutti i costi che si basa la campagna ‘al contrario’ ideata dall’Associazione per fare pressione e aumentare l’attenzione dell’opinione pubblica sul tema.

Campagna che, in pochi giorni, ha ricevuto oltre 20mila visualizzazioni sui social FAIS e ha fatto sì che le segnalazioni provenienti dalla Campania aumentassero del 40%.

La stomia è il risultato di un intervento chirurgico, a seguito di patologie gravi o malformazioni, mediante il quale si crea un’apertura sulla parete addominale per mettere in comunicazione l’apparato intestinale o quello urinario con l’esterno.

In Italia si stima che le persone con stomia siano circa 75.000, ma i numeri reali sono sicuramente più alti. Le persone stomizzate utilizzano appositi dispositivi medico chirurgici, comunemente chiamati ‘sacche’, applicati direttamente sull’addome.

Le sacche devono essere sostituite una o due volte al giorno per tutta la vita. In aggiunta ai problemi fisici, gli stomizzati incontrano anche una serie di difficolta di ordine psicologico – sociale e pratico – gestionale.

FAIS OdV, Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati, è un’Organizzazione di Volontariato che dal 2002 raggruppa le Associazioni Regionali e provinciali di volontariato che si adoperano a favore delle persone incontinenti e stomizzate.

Gli obiettivi della Federazione sono: garantire i diritti a tutte le persone incontinenti e stomizzate; promuovere, in ogni regione, la nascita di Associazioni Regionali quale strumenti in grado di dialogare, in modo opportuno e con peso appropriato, con le varie istituzioni nazionali e territoriali al fine di garantire ai portatori di stomia un’assistenza adeguata e omogenea su tutto il territorio nazionale; promuovere campagne sociali a sostegno dei diritti dei portatori di stomia e alle persone incontinenti; sostenere e promuovere progetti di assistenza a livello regionale e nazionale; collaborare con le Società Scientifiche, Istituzioni, Associazioni ed Enti per creare una rete a supporto di azioni concrete a favore delle persone incontinenti e stomizzate. Info: faisitalia.it

Print Friendly, PDF & Email