Home Territorio Il Grand Tour di ‘Rosso Vanvitelliano’

Il Grand Tour di ‘Rosso Vanvitelliano’

507
Il Grand Tour di 'Rosso Vanvitelliano'


Download PDF

Il 18 luglio inizia il Grand Tour di valorizzazione dei siti storici della Campania

Riceviamo e pubblichiamo.

Con l’opera ‘Rosso Vanvitelliano’ prende avvio il Grand Tour di valorizzazione dei siti storici della Campania, progettato e ideato da Ali della Mente e promossa dalla Regione Campania attraverso Scabec spa.
‘Rosso Vanvitelliano’, autentica rievocazione e valorizzazione di particolari siti storici della Campania realmente o idealmente legati all’impronta di ingegno del grande architetto Luigi Vanvitelli, è una sfida culturale senza eguali che, narrando emozioni e sensazioni di uomini e donne appartenenti a susseguenti età storiche diverse tra loro, nel segno della dominante teatrale del colore rosso, intende imprimere con coraggio una svolta esistenziale ed un rilancio dell’estro che contraddistingue il nostro territorio.

‘Rosso Vanvitelliano’ è un avvincente percorso dall’offerta artistica pluridisciplinare che tra recitato, danza e musica, promuove una utile, reale ed attenta valorizzazione qualitativa dei luoghi come centri di interesse culturale e turistico ma anche formativo di una nuova etica.

Una rappresentazione di azione, formazione ed infine utile riflessione per un necessario cambiamento epocale.

Perché ‘Rosso Vanvitelliano’ è nuovo stile di vita, affermazione della cultura come unico parametro di distinzione: non più traduzione di una tradizione ma principio atavico dei valori assoluti che riemergono contro il desiderio di potere dell’essere umano, una sincera rivoluzione che l’ossimoro del “progresso involutivo” ha tentato finora di cancellare.

Info & prenotazioni  

È esistito un tempo in cui non si viaggiava per turismo ma per sviluppare le proprie capacità intellettive e crescere culturalmente. Con il Grand Tour di ‘Rosso Vanvitelliano’ si diventa oggi analoghi viaggiatori percorrendo nei secoli le strade e le anime, incontrando storie di umane passioni e bellezza e grazia architettonica, mossi dalla sete di conoscenza unita all’ansia di libertà nel mito dei luoghi della storia cristallizzati come idee del tempo.

‘Rosso Vanvitelliano’ è un ponte del pensiero tra utopia e realtà. Un viaggio che inizia in un tramonto immaginario e termina nelle riflessioni della mente. L’Opera è l’autentica rievocazione e valorizzazione di particolari siti storici della Campania realmente o idealmente legati all’impronta di ingegno del grande architetto Luigi Vanvitelli.

Residenze storiche, emblema del potere, della grandezza e dell’ambizione estrema dell’uomo, contrapposte a costruzioni carcerarie d’epoca, spazi di costrizione e di mortificante espiazione della colpa. Luoghi vissuti dall’uomo, un uomo capace di essere regale o mendicante, innocente o colpevole, vittima o carnefice. La forma architettonica e la natura umana, così a confronto, emergono da protagonisti alla luce del rosso vanvitelliano.

Uno spettacolo unico di Storia, Arte, Filosofia e Letteratura dove la costante del rigore architettonico dei siti valorizzati dall’evento, simboli perfetti della capacità edificatrice e della evoluzione tecnica del genere umano, si raffronta con la fluidità della natura del sentimento, attivata da umori e passioni, idee e speranze, amori e delusioni.

Una caratterizzazione dei “tempi vissuti” delle residenze storiche in grado di trasformare i complessi monumentali da scenari immobili e muti in un avvincente percorso dall’offerta artistica pluridisciplinare che tra recitato, danza e musica, promuove una utile, reale ed attenta valorizzazione qualitativa dei luoghi come centri di interesse culturale e turistico ma anche formativo di una nuova etica che riunisca aspetti ambientali con particolari emozionali tali da creare una aggregazione ed un’attrattiva nel pubblico fruitore dal forte impatto psicologico, sociale ed artistico.

‘Rosso Vanvitelliano’ è una Trilogia. L’opera, modulata a seconda delle diverse location, si articola in tre forme di rappresentazione appositamente create per garantire in maniera egualmente efficace in ogni sito il principio di valorizzazione individuato dal Grand Tour: Rosso Vanvitelliano l’Anonimo Napoletano, Rosso Vanvitelliano i Monodialoghi, Rosso Vanvitelliano Symphony, il concerto intitolato alla Reggia di Caserta

Tutto questo è ‘Rosso Vanvitelliano’. Un indimenticabile viaggio nel tempo tra passato e presente in prospettiva del futuro. Un singolare avvicendarsi di storia e attualità in luoghi meta-teatrali, nati in epoche lontane ma a tutt’oggi vissuti con continuità, dove la narrazione di emozioni e sensazioni di esseri umani, appartenenti a susseguenti età storiche diverse tra loro, è sempre segnata dalla dominante teatrale del colore rosso.

Una rappresentazione di azione, formazione ed infine utile riflessione per un necessario cambiamento epocale, permettendo allo spettatore – visitatore con un attraversamento fisico-temporale dei siti scelti, scenari di bellezza assoluta, un contatto diretto con questi “luoghi di eccezione” che trovano così il giusto riconoscimento della intima vocazione per cui sono stati edificati e tramandati: luoghi della memoria del pensiero umano.

Print Friendly, PDF & Email