Home Toscana Regione Toscana Giovanisì, nasce la task force di ‘Siete Presente’

Giovanisì, nasce la task force di ‘Siete Presente’

725
Giovanisì


Download PDF

Dagli studenti toscani una guida sulla partecipazione

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Una prima bozza di guida operativa per spiegare strumenti per la partecipazione e organismi di rappresentanza democratica degli studenti nelle scuole secondarie di secondo grado.

Uno spazio web sul portale giovanisi.it dedicato a ragazze e ragazzi per inviare segnalazioni e postare riflessioni e suggerimenti su edilizia scolastica e trasporto pubblico locale.

Sono due le principali direttrici di lavoro emerse durante la prima riunione, tenutasi questa mattina, 31 maggio, a Palazzo Strozzi Sacrati, della task force di Regione Toscana – Giovanisì nata per proseguire l’esperienza di ascolto e confronto di ‘Siete Presente – Giovani, protagonisti del cambiamento’, che in questi mesi ha consentito di incontrare centinaia di giovani toscani, dall’evento a San Rossore con il Presidente della Repubblica Mattarella, passando per il tour nelle dieci province toscane su edilizia e TPL fino all’incontro al Niccolini di Firenze del 9 maggio scorso.

Della task force fanno parte il team di Giovanisì e circa 40 ragazze e ragazzi che hanno preso parte al tour. A coordinarla è Bernard Dika, Consigliere del Presidente Giani per le politiche giovanili.

Spiega Dika:

Siamo molto felici della partecipazione di questa mattina. Gli interventi di ragazze e ragazzi sono il segno di quella speranza figlia dello sdegno e del coraggio, come diceva Sant’Agostino.

La guida che stiamo costruendo nasce con questo spirito: se si conosce, se si vive la democrazia a scuola la si può vivere meglio da cittadino e cittadina. E il fatto che sia scritta direttamente da ragazze e ragazzi accresce il suo valore.

Nel corso della mattinata di lavoro, dopo la tavola rotonda iniziale, studentesse e studenti si sono suddivisi in tre gruppi secondo i territori di provenienza. Al termine la plenaria per riportare proposte e suggerimenti utili all’elaborazione di quello che sarà il vademecum sulla rappresentanza studentesca.

Per le prossime due settimane il confronto proseguirà a distanza con l’obiettivo di arrivare a metà giugno ad un prima versione completa della guida.

Print Friendly, PDF & Email