Home Territorio Forcella Slow: turismo sostenibile e responsabile sulle scale Trinchese

Forcella Slow: turismo sostenibile e responsabile sulle scale Trinchese

655
Forcella Slow


Download PDF

Chiamata al turismo sostenibile fra antiche mura, scale e gastronomia locale

Riceviamo e pubblichiamo.

Sabato 27 maggio, dalle 10:00 alle 14.00, nell’ambito del Maggio dei Monumenti e in sinergia con le iniziative ‘Le scale di maggio’ promosse dal Coordinamento Scale di Napoli, si svolgerà ‘Forcella Slow’, una chiamata al turismo sostenibile e responsabile promossa da Legambiente Parco Letterario Vesuvio in collaborazione con Associazione Annalisa Durante, I Teatrini, la Comunità Slow Food Forcella e i presìdi Slow Food di Napoli e Vesuvio, con il patrocinio della Municipalità 2 del Comune di Napoli.

Il cuore dell’evento si svolgerà sulle scale Trinchese del quartiere Forcella, con una mostra – mercato dei prodotti Slow Food, da cui partirà una visita guidata ai vicini monumenti e la partecipazione a laboratori di cucina sociale presso gli esercenti della Comunità Slow Food Forcella, accompagnati da letture teatralizzate animate da I Teatrini ed incontri con i produttori dei presidi Slow Food Napoli e Vesuvio.

Ha sottolineato Paola Silvi, Presidente dell’APS Legambiente Parco Letterario Vesuvio:

È una manifestazione che ci vede impegnati come CEAS Centro di educazione ambientale e della sostenibilità  al culmine di un progetto attivato con un percorso formativo rivolto agli studenti dell’IC Adelaide Ristori e con il coinvolgimento degli esercenti in laboratori di cucina esperienziale per la riscoperta e la valorizzazione delle bellezze del territorio, tra antiche mura, scale e gastronomia locale.

Le finalità del progetto sono condivise con l’associazione Annalisa Durante, il cui Presidente, Giuseppe Perna, ha dichiarato:

‘Forcella Slow’ è una tappa fondamentale di un percorso di rigenerazione sociale avviato anni fa con la promozione della ‘ZONA NTL – Napoli, Turismo & Legalità’ di Forcella, Maddalena e Capuana.

Con l’iniziativa di oggi dimostriamo che il quartiere è pronto ad uscire dalla marginalità attraverso proposte originali di sviluppo turistico sostenibile e responsabile.

Siamo lieti di aver costituito con i partner dell’iniziativa e con gli esercenti del territorio la Comunità Slow Food Forcella, sorta presso la nostra Biblioteca per simboleggiare l’adesione ad un progetto che è innanzitutto culturale e sociale prima che economico.

Il Presidente della condotta Slow Food Napoli Giovanni Serritelli ha commentato:

La presenza dei presìdi Slow Food a Forcella è un segnale di riconoscimento del lavoro che si è svolto negli anni.

Abbiamo fiducia che la Comunità Slow Food Forcella saprà portare avanti i valori del buono, pulito e giusto che abbiamo trasmesso con i laboratori educativi e che la nostra – mercato curata dai nostri produttori possa ripetersi stabilmente a Forcella e nella Seconda Municipalità per proseguire insieme questo cammino.

Gli esercenti aderenti alla Comunità Slow Food Forcella che eseguiranno i laboratori di cucina partecipata sono l’Antica Osteria Pisano, il Ristorante Il Miracolo, 1947 Pizza Fritta, la trattoria pizzeria Spuzzuliamm e la Gelateria Al Polo Nord.

I cittadini potranno partecipare ai laboratori e alle visite guidate in forma gratuita, oltre a poter acquistare i prodotti di Slow Food in esposizione sulle scale Trinchese.

L’appuntamento è previsto in piazza Calenda alle ore 10:00. L’accoglienza e l’animazione saranno a cura di Cristina Messere e Dario Mennella dell’associazione I Teatrini.

Le letture tratte dal libro ‘Mille paraustielli di cucina napoletana’ di Amedeo Colella saranno a cura della bibliotecaria Nunzia Pastorini. Le visite ai monumenti saranno effettuate dalla guida regionale autorizzata di Legambiente Daniela Ibello ed integrate con l’APP Zona NTL promossa da Salvatore Avallone dell’APS Annalisa Durante.

Print Friendly, PDF & Email