Home Territorio Estero Emirati – USA: Bin Zayed riceve Blinken ad Abu Dhabi

Emirati – USA: Bin Zayed riceve Blinken ad Abu Dhabi

222


Download PDF

I due Ministri degli Esteri hanno discusso dello sviluppo delle relazioni tra i due Paesi

Lo sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale emiratino, ha ricevuto il Segretario di Stato degli Stati Uniti, Anthony Blinken, ad Abu Dhabi.

Il capo della diplomazia USA ha porto le sue condoglianze per la morte di Sheikh Khalifa bin Zayed Al Nahyan.

Durante la sua visita, Blinken ha espresso il desiderio che gli Emirati Arabi Uniti continuino il progresso e la prosperità e che le relazioni strategiche tra i due Paesi crescano e progrediscano, sotto la guida dello sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, nuovo Capo dello Stato emiratino.

Quest’ultimo, durante una cena di lavoro con il Segretario di Stato USA ad Abu Dhabi, ha discusso delle prospettive di relazioni strategiche tra i due Paesi e delle opportunità che offrono per la crescita e lo sviluppo della cooperazione congiunta in tutti i campi.

Le due parti hanno anche parlato della situazione nella regione e di questioni regionali e internazionali di interesse comune, compresi gli sviluppi della crisi ucraina.

All’incontro hanno partecipato Anwar bin Mohammed Gargash, Consigliere diplomatico del Presidente emiratino, Ali Saeed Al Neyadi, Presidente dell’Autorità Nazionale per la Gestione delle Crisi di Emergenza e dei Disastri, e Yousef Manea Al Otaiba, Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti negli Stati Uniti.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.