Home Cronaca Emergenza lavoratori de ‘Il Mattino’

Emergenza lavoratori de ‘Il Mattino’

924
Assessore Enrico Panini


Download PDF

L’Ass. Panini incontra le organizzazioni sindacali del gruppo

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

L’Assessore al Lavoro del Comune di Napoli Enrico Panini ha incontrato le Organizzazioni Sindacali di categoria e le RSU della testata giornalistica ‘Il Mattino’.

La riunione è servita per discutere sulle emergenze che stanno investendo l’azienda del Gruppo Caltagirone e i suoi lavoratori in queste ultime settimane.

Infatti, il 1° Gennaio 2016 la direzione aziendale ha avviato la procedura di licenziamento individuale contro tre dipendenti poligrafici della sede di Napoli, innescando un percorso pericolosissimo per tutti i lavoratori de ‘Il Mattino’ ed un precedente destabilizzante per l’intero settore e per la trattativa in corso per il rinnovo del CCNL.

Per i Sindacati il management delle varie testate del gruppo ha, infatti, pianificato la deregolamentazione del lavoro poligrafico, confermando la volontà di terzializzare ed esternalizzare questo ramo del ciclo produttivo verso società specifiche create ad hoc per la gestione dell’attività amministrativa e di servizi, per l’attività tipografica e di stampa.

L’Assessore Panini ha espresso la sua piena solidarietà ai tre lavoratori licenziati ed ha espresso il proprio sostegno e quello dell’Amministrazione comunale al percorso di lotta avviato in questi giorni dalle Organizzazioni Sindacali del Gruppo che hanno dichiarato di rispondere a questi attacchi con azioni sindacali, scioperi ed iniziative legali, laddove le norme lo consentino.

“Sono completamente solidale con questo percorso di lotta per arginare la riduzione e la marginalizzazione del personale poligrafico dell’azienda”” dichiara l’’Assessore Enrico Panini.

“A ‘Il Mattino’ si sta delineando un riassetto societario fra i più pesanti mai operati nel settore in tutta la storia! Non possiamo permettere che la testata storica di Napoli, una delle più grandi risorse della città, rischi di essere cancellata e trasferita per speculazioni economiche e finanziarie in altre sedi, colpendo ancora una volta il tessuto produttivo e culturale della Campania”.

“L’Amministrazione Comunale””, conclude l’’Assessore, ““garantisce per questo il proprio sostegno alle azioni programmate dalle rappresentanze sindacali del Gruppo””.

Print Friendly, PDF & Email