Home Lazio Regione Lazio DL Agricoltura, Righini: Dal Governo giuste risposte al settore

DL Agricoltura, Righini: Dal Governo giuste risposte al settore

189
agricoltura


Download PDF

L’Assessore: ‘Un provvedimento in continuità con una visione strategica che unisce innovazione tecnologica, cultura della terra e tutela ambientale’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa della Regione Lazio.

Il Decreto legge Agricoltura approvato in Consiglio dei Ministri dimostra, ancora una volta, come il mondo agricolo sia al centro delle politiche di sviluppo portate avanti dal Governo Meloni e, in particolare, dal Ministro Francesco Lollobrigida, che riesce nuovamente a dare le giuste risposte alle richieste dalle imprese del settore.

All’interno del provvedimento, infatti, troviamo il sostegno al credito delle aziende e la moratoria sui mutui, finanziamenti aggiuntivi per le produzioni di kiwi, sulla peronospora e misure di contrasto ai fenomeni dannosi come la peste suina.

Tutte problematiche che rischiavano di mettere in ginocchio anche tante aziende agricole del Lazio.

Lo ha dichiarato l’Assessore al Bilancio, alla Programmazione economica, all’Agricoltura, alla Sovranità alimentare, alla Caccia e alla Pesca e ai Parchi e alle Foreste della Regione Lazio, Giancarlo Righini.

L’Assessore della Regione Lazio, Giancarlo Righini, ha concluso:

Grande apprezzamento, inoltre, per le misure tese alla valorizzazione delle filiere dei prodotti tipici e all’aumento degli stanziamenti sul fondo per la Sovranità Alimentare e per la difesa del Made in Italy.

Condividiamo in pieno e facciamo nostra anche la decisione di mettere un freno alle nuove installazioni fotovoltaiche con moduli a terra sui terreni agricoli, così come l’attenzione dimostrata verso il mondo della pesca e dell’acquacoltura, con l’istituzione di un Commissario straordinario per gestire le conseguenze della diffusione del Granchio Blu.

Si tratta nel complesso di un provvedimento fortemente atteso e in totale continuità con una visione strategica, portata avanti anche dalla Giunta regionale, che unisce innovazione tecnologica, cultura della terra e tutela ambientale.

Print Friendly, PDF & Email