Home Lombardia Regione Lombardia Dal Corecom Lombardia un pugno per mettere al tappeto il cyberbullismo

Dal Corecom Lombardia un pugno per mettere al tappeto il cyberbullismo

246
Marianna Sala


Download PDF

Sala: ‘Valori dello sport antidoto alla violenza’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Domani sera, 5 maggio, alle 18:00, in diretta dalla sede del CONI, attraverso le pagine Facebook di Corecom e Federazione Pugilistica Italiana – Lombardia, verrà trasmesso, per la prima volta, il video Un pugno al cyberbullismo, un’iniziativa del Corecom Lombardia insieme a Federazione Pugilistica Italiana – Lombardia, Coni Lombardia e coordinamento Lombardia di AIAS, Associazione Italiana Avvocati dello Sport.

Ha dichiarato la Presidente del Corecom Marianna Sala nel presentare l’iniziativa:

Il video realizzato dal Corecom Lombardia con la Scuola di pugilato Testudo di Cernusco sul Naviglio intende promuovere i valori dello sport e della competizione sportiva leale e rispettosa dell’avversario, che si contrappongono alle forme di pressione, aggressione, molestia, ricatto, ingiuria, denigrazione, tipiche del bullismo e del cyberbullismo.

Il pugilato è uno sport che si basa sui principi della responsabilità, dell’integrità della persona, del sano agonismo, del rispetto assoluto dell’altro, del superamento di sé.

Ha dichiarato Massimo Bugada, Presidente del Comitato Regionale Lombardo della Federazione Pugilistica Italiana:

Come dimostrato dalla sua storia e dalla sua diffusione, il pugilato si è affermato come uno sport di riscatto sociale e personale, soprattutto per coloro che vogliono conquistarsi una vita migliore.

Oggi più che mai la Boxe, che è uno sport autodisciplinare con delle regole molto precise, capace di sviluppare onestà, lealtà e rispetto dell’avversario, principi questi fondamentali nelle prime fasi dell’età evolutiva, che saranno utili agli uomini e alle donne di domani, si propone di intervenire nell’educazione e nell’orientamento dell’aggressività dei giovani partendo dalla volontà di sfruttare le prerogative pedagogiche di questo sport in un’ottica di prevenzione e di contrasto al fenomeno del bullismo.

Conclude Marco Riva, Presidente CONI Lombardia:

Siamo molto lieti di supportare questo progetto. Attraverso l’educazione ai valori sportivi dobbiamo dire “basta!” al fenomeno del cyberbullismo e più in generale a tutte quelle forme di sopraffazione verbale e fisica che rappresentano un male inaccettabile.

Il CONI Lombardia è orgoglioso di poter condividere tutte quelle iniziative volte a valorizzare il ruolo sociale, educativo e di integrazione che lo sport rappresenta.

Segui l’evento

Print Friendly, PDF & Email