Home Molise Campobasso ‘Dagli algoritmi alla musica’ al Teatro Savoia

‘Dagli algoritmi alla musica’ al Teatro Savoia

361
'Dagli algoritmi alla musica'


Download PDF

In concerto il 9 febbraio a Campobasso

Riceviamo e pubblichiamo.

Sabato 9 febbraio, ore 18:30, presso il Teatro Savoia di Campobasso, nell’ambito della Cinquantesima Stagione dei Concerti 2018/19,
Direzione artistica Andreina Di Girolamo, in collaborazione con Fondazione Molise Cultura, si terrà il concerto ‘Dagli algoritmi alla musica’, idea, musiche e live electronic di Nico De Simone, con Enzo Filippetti sassofoni – Virginia Guidi voce – Francesco Prode pianoforte.

Programma
‘Dagli algoritmi alla musica’ – musiche di Nico De Simone
‘Antitesi’ per voce e suoni registrati
‘Bios’ per sax e suoni registrati
‘Halfway’ per pianoforte e live electronics
‘Le ceneri del rimpianto’ per sax soprano – baritono, voce recitante e live electronic, prima esecuzione assoluta

‘Dagli algoritmi alla musica’
Può definirsi musica elettronica tutta la musica che viene prodotta o modificata attraverso l’utilizzo di strumenti elettronici. Le possibilità offerte da questi strumenti sono praticamente infinite: si va dalla generazione di suoni che non esistono in natura, alla modifica di suoni preesistenti, alla possibilità di far muovere i suoni nello spazio, spazializzare, alla elaborazione in tempo differito o reale di musica prodotta con strumenti tradizionali, alla interazione uomo-macchina, alla interazione musica -immagine, etc.. Per la maggior parte degli ascoltatori significa entrare in contatto per la prima volta con un modo completamente diverso e, fino a quale anno fa, inimmaginabile di fruire dell’esperienza musicale, coinvolgendo parametri di ascolto che gli strumenti musicali “classici” non potranno mai proporre.

Nico De Simone – musiche e live electronic
Titolare della cattedra di Composizione Musicale Elettroacustica al Conservatorio di Musica “Umberto Giordano” di Foggia. Diplomato in Pianoforte, Jazz, Composizione e Musica Elettronica. Ha conseguito il diploma del corso di perfezionamento di Composizione presso l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e, con il massimo dei voti e la lode, il diploma accademico di II livello in Musica Elettronica presso il Conservatorio di Santa Cecilia.

Ha continuato il suo percorso di perfezionamento presso l’Accademia Chigiana di Siena ricevendo da Ennio Morricone il diploma di merito in Musica per Film, da Franco Donatoni il diploma di merito in Composizione, due borse di studio allievi e la borsa di studio straordinaria intitolata a “Zaverio Boccardi”. Nel 1995, nel 1996 e nel 1997 gli è stata assegnata la borsa di studio S.I.A.E. È autore del brano utilizzato per i titoli di coda del film ‘Il viaggio’ e delle musiche per i ‘Giardini Terapeutici’ del Policlinico Universitario “A. Gemelli” di Roma inaugurati nel giugno del 2018.
Sue composizioni sono state eseguite in più di cento concerti in Italia e all’estero, Cina, Lettonia, Canada, Cile, Argentina, Romania, Malta, e trasmesse da Radiotre.

Enzo Filippetti – sax
Enzo Filippetti è professore di Sassofono al Conservatorio di Musica “Santa Cecilia”. In oltre trent’anni di attività ha tenuto concerti in tutto il mondo esibendosi alla Biennale di Venezia, al Mozarteum di Salisburgo, al Conservatorio di Parigi, Roma, Milano, New York, Los Angeles, Toronto, Lyon, Principaute – Monaco – Monte Carlo, Londra, Birmingham, Berlino, Köln, Vienna, Madrid, Bruxelles, Buenos Aires, Caracas, Riga, Yeosu, Korea, Kawasaki, Adis Abeba, Chisnau, Taormina, Ravello. Attivo nel campo della musica contemporanea, di cui è apprezzato interprete, molti importanti compositori hanno scritto per lui più di cento opere. Come solista e come membro del Quartetto di Sassofoni Accademia ha inciso per Nuova Era, Dynamic, Rai Trade e Cesmel. Ha pubblicato studi per Riverberi Sonori e dirige una collana per le edizioni Sconfinarte.

Virginia Guidi – mezzosoprano
Ha studiato canto lirico con il soprano S. Magnifico. Studia canto contemporaneo con Silvia Schiavoni e Nicholas Isherwood. Si diploma in Canto Lirico e in Musica Vocale da Camera presso il Conservatorio di Santa Cecilia in Roma; presso la medesima istituzione si è specializzata cum laude con una tesi sul rapporto tra interprete e compositore nella musica elettroacustica. Ha studiato inoltre musica elettronica con Michelangelo Lupone e Nicola Bernardini. Ha collaborato con importanti enti, Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico, Accademia Nazionale di Danza. Ha partecipato ad importanti festival – EMUfest, Biennale di Venezia, Pianocity, ArteScienza, San Leo Festival, MA/IN – e ad installazioni di famosi artisti (Allora&Caladilla, Thomas De Falco). Si è esibita in Italia e all’estero, Washington DC, Pechino, su reti televisive nazionali, RAI 1, RAI 2, RAI 5, in diretta radio, Radio CEMAT. Ha collaborato con numerosi compositori spesso eseguendo prime assolute e brani a lei dedicati. Dal 2015 collabora con Voxnova Italia. Ha collaborato con numerosi ensemble tra cui Alter Ego nel 2016 e Pentarte nel 2016. Nel 2017 ha fondato il CumTempora Ensemble. Dal 2012 è direttrice artistica del Festival ‘Note tra i Calanchi’ di Bagnoregio (VT).

Francesco Prode – pianoforte
Una grande passione per il contemporaneo, tenuta a battesimo nel 2005 da Karlheinz Stockhausen a Kuerten. Musicista rivelazione della Biennale Musica di Venezia 2014, offre una interpretazione del tutto personale con ‘… sofferte onde serene…’ di Luigi Nono. Nel 2014 Prode è il pianista ufficiale del New York City Electronic Music Festival. Le sue interpretazioni sono state trasmesse da radio storiche nella diffusione della musica contemporanea come WDR 3, Radio 3 Suite, Radio Vaticana, Radio Cemat. Numerose le sue prime esecuzioni, tra cui la prima mondiale di 2×5 e City Life di Steve Reich nella Sala Sinopoli del Parco della Musica di Roma.
Nel 2016 il suo Progetto ‘Miroirs’ ha avuto il suo debutto al Teatro dell’Opera di Roma replicando al Festival Traiettorie di Parma e in altre città fino al 2018. Nel 2016 ha suonato al Teatro La Fenice di Venezia. Sempre nel 2016 ha suonata alla Chigiana di Siena con il violoncellista Francesco Dillon per i 90 anni di Kurtag. A maggio 2018 ha suonato per il Festival Musik im Riesen con Philip Glass. ‘A proposito di Prode. È un fenomeno. Gran virtuoso per tecnica, gran testa, un vero ri-creatore’ Mario Gamba, il Manifesto

Biglietti ingresso:
intero €12,00 – ridotto fino a 25 anni €6,00

Print Friendly, PDF & Email