Home Lombardia Regione Lombardia Convegno Corecom Lombardia ‘Informazione e Intelligenza Artificiale’

Convegno Corecom Lombardia ‘Informazione e Intelligenza Artificiale’

234
'Informazione e Intelligenza Artificiale: una sinergia possibile?'


Download PDF

Appuntamento il 6 marzo a Palazzo Pirelli

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Chi fa informazione deve temere l’avvento dell’Intelligenza Artificiale oppure imparare a governarla?

Il tema sarà al centro del convegno promosso dal Corecom Lombardia dal titolo ‘Informazione e Intelligenza Artificiale: una sinergia possibile?’, in programma a Palazzo Pirelli mercoledì 6 marzo a partire dalle ore 9:30 in Sala Pirelli.

A portare i saluti introduttivi il Presidente del Consiglio regionale Federico Romani, il Sottosegretario regionale con delega alla digitalizzazione Ruggero Invernizzi, il Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Lombardia Riccardo Sorrentino e il Coordinatore nazionale dei Presidenti Corecom e Presidente del Corecom della Basilicata Antonio Donato Marra.

Il Presidente del Corecom Lombardia, Cesare Gariboldi, ha dichiarato:

L’Intelligenza Artificiale ci pone davanti a nuovi scenari in cui la professione del comunicatore pare travolta da una tecnologia che sembra fuori controllo.

In questo contesto di precarietà, è importante riaffermare le peculiarità della professione giornalistica, che dalle macchine può essere affiancata ma mai sostituita.

Interroghiamoci sulle conseguenze che l’AI può avere sull’uomo, sulla sua salute, sull’ambiente in cui vive, sui sentimenti che lo muovono.

Torniamo a mettere al centro le persone, nell’ottica di un nuovo corso storico in cui le macchine diventino uno strumento migliorativo della nostra quotidianità, senza per questo condizionarla.

Etica e antropologia dunque. Ma anche regolamenti e processi normativi.

Gariboldi ha concluso:

Quello a cui assistiamo è un cambiamento epocale, in cui la tecnologia deve essere supportata da una buona regolamentazione per scongiurare i rischi relativi alle fake news, alla qualità dei dati, alla trasparenza degli algoritmi, alla privacy.

È importante partire da una riflessione critica multidisciplinare che mi auguro possa sfociare in nuovi percorsi di governance.

All’iniziativa parteciperanno numerosi rappresentanti del mondo istituzionale, accademico, forense e del giornalismo.

Programma in dettaglio

Print Friendly, PDF & Email