Home Territorio Consiglio Campania aderisce a ‘Posto Occupato’ contro violenza donne

Consiglio Campania aderisce a ‘Posto Occupato’ contro violenza donne

228
'Posto Occupato' in Consiglio regionale della Campania


Download PDF

Oliviero: ‘Puntare su lavoro ed educazione’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Campania.

Una sedia rossa nell’Aula del Consiglio Regionale della Campania per simboleggiare il determinato impegno dell’assemblea legislativa campana nel contribuire a fermare il drammatico fenomeno dei femminicidi e della violenza contro le donne.
È l’iniziativa, tenuta, oggi, 24 novembre, dal Presidente Gennaro Oliviero, dalla Vicepresidente Loredana Raia, delegata alle pari opportunità, e dalla Presidente della Commissione Regionale Politiche Sociali, Bruna Fiola, per annunciare l’adesione del Consiglio Regionale della Campania alla campagna ‘Posto Occupato’ dedicata a tutte le donne vittime di violenza per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebrerà domani.

Ha detto Oliviero:

Occorre compiere ogni sforzo per fermare il dramma della violenza e dei femminicidi e, per farlo, non basta puntare sulla repressione giudiziaria ma occorre potenziare l’azione educativa e soprattutto puntare sul lavoro e sull’indipendenza economica delle donne.

Solo così sarà possibile puntare davvero alla eliminazione della violenza sulle donne ed avere un mondo che sia più rispettoso del loro valore e della loro libertà.

Ha osservato la Vicepresidente Raia:

In Campania la percentuale di donne vittime di violenza è più elevata e non a caso è anche la Regione dove il tasso di occupazione femminile è più basso, per questo, come Istituzione regionale, siamo fortemente impegnati per sostenere il lavoro delle donne in tutti i settori, incluso quello della imprenditoria femminile ed, infatti, su questo tema, con l’Assessore regionale al lavoro Marchiello, sarà presentata un’iniziativa per potenziare i bandi regionali destinati alle imprese gestite da donne.

Fiola, prima firmataria della Legge Regionale 1° dicembre 2017, n.34, ha aggiunto:

La Legge Regionale 1° dicembre 2017, n.34 ‘Interventi per favorire l’autonomia personale, sociale ed economica delle donne vittime di violenza di genere e dei loro figli ed azioni di recupero rivolte agli uomini autori della violenza’ è stata un’importante conquista da parte di questo Consiglio regionale ed occorre continuare questo percorso al fianco delle donne e soprattutto per prevenire altri casi di violenza e contrastare definitivamente il dramma dei femminicidi.

L’iniziativa è stata proposta dalla Consulta Regionale per la Condizione della Donna, presieduta da Ilaria Perrelli, che ha sottolineato:

Nella Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, sono fondamentali i gesti simbolici, come questo, ed è fondamentale che tutte le istituzioni e tutte le Associazioni agiscano in sinergia e con forza per contrastare il drammatico fenomeno che penalizza tutta la nostra società.

Print Friendly, PDF & Email