Home Toscana Regione Toscana Ciclopista dell’Arno, sopralluogo di Ceccarelli a lavori area sorgente

Ciclopista dell’Arno, sopralluogo di Ceccarelli a lavori area sorgente

466
Vincenzo Ceccarelli


Download PDF

‘Grande opportunità per le comunità locali, per gli appassionati di bicicletta e per un ulteriore sviluppo di un turismo slow e di qualità’

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

I lavori per la realizzazione dello stralcio della Ciclopista dell’Arno da Stia verso Poppi stanno andando avanti e sono in linea con il cronoprogramma. Si tratta di un lotto altamente simbolico, visto che è quello iniziale, che parte dalle Foreste Casentinesi dove si trova la sorgente del fiume Arno.

Così l’Assessore Ceccarelli ha sintetizzato la sua soddisfazione al termine del sopralluogo effettuato questa mattina, 6 settembre, in Casentino insieme a Serena Stefani, vicesindaco del Comune di Pratovecchio-Stia (AR), e Giampaolo Tellini, sindaco di Chiusi della Verna e Assessore alle opere pubbliche dell’Unione dei Comuni Montani del Casentino.

Ha aggiunto Ceccarelli:

Quello che sta prendendo corpo è un percorso veramente affascinante. Grazie alle recenti aperture di alcuni tratti ultimati, circa il 50% della Ciclopista dell’Arno è in corso di realizzazione e l’altro 50% è già finanziato e in via di progettazione. Il nostro obiettivo è arrivare al 2020 con il tracciato completato e con la possibilità di proporre pacchetti turistici che comprendano anche questa infrastruttura ciclabile, una tra le più lunghe e belle d’Europa.
Qui in Casentino siamo al secondo lotto che viene realizzato.

È in fase di realizzazione il terzo e il Comune di Arezzo sta lavorando per il collegamento con il Sentiero della Bonifica, quindi tutto sta procedendo bene. È una grande opportunità per le comunità locali, per gli appassionati di bicicletta ed anche per un ulteriore sviluppo di un turismo slow e di qualità.

Il Sistema integrato Ciclopista dell’Arno – Sentiero della Bonifica mira alla realizzazione di un percorso ciclopedonale lungo il Fiume Arno, dalla sorgente sul Monte Falterona alla foce a Marina di Pisa, integrandolo con il Sentiero della Bonifica, esistente e di collegamento con il territorio aretino e senese lungo il Canale Maestro della Chiana.

L’opera, che una volta conclusa sarà lunga circa 400 km, attraversa una parte ampia del territorio toscano interessando 57 comuni, l’Unione di Comuni del Casentino, la Città Metropolitana di Firenze, le Province di Arezzo, Siena e Pisa, il parco nazionale delle Foreste Casentinesi e il parco regionale di Migliarino e San Rossore.

La Regione Toscana ha contribuito con €750.000,00, intero importo dell’opera, al collegamento tra la Ciclopista dell’Arno e il Sentiero della Bonifica nel Comune di Arezzo, lavori dovranno concludersi entro la fine del 2018, con €1.350.000,00 al primo e con €1.050.000,00 al secondo lotto del II stralcio della Ciclabile dell’Arno in Casentino, con €880.000,00 alla realizzazione della ciclopista dell’Arno da Ponte Buriano a Ponte Romito e dall’innesto sulla SP2, via Vecchia Aretina, fino al comune di Montevarchi ed infine con €966.000,00 al tratto di ciclabile nella zona di fondovalle del Valdarno superiore aretino tra San Giovanni Valdarno e Levane.

Print Friendly, PDF & Email