Home Territorio Cardito – Real Fac Marano 2-1 nel 3° turno di Seconda Categoria

Cardito – Real Fac Marano 2-1 nel 3° turno di Seconda Categoria

899


Download PDF

Cardito, prova di carattere e vittoria in rimonta

Cardito. Finalmente sorrisi in casa gialloblu. La prima sconfitta in campionato aveva mostrato un Cardito con le idee da riordinare, la seconda ci aveva restituito un Cardito concentrato, determinato e con le idee chiare, ma incapace di reagire ad episodi penalizzanti. Avevamo detto la settimana scorsa che i segnali positivi c’erano stati. Lo aveva detto anche il presidente Rubino. Avevamo e aveva ragione. Con una prestazione super il Cardito si sbarazza del Real Fac Marano per due a uno e conquista i primi punti della stagione.

 

Il tabellino 

Cardito-Real Fac Marano 2-1

Cardito
Severino, Romano (25’ st Vastarella), Fusco, Brianese P., Brianese A., Laurenza (28’ st Russo), Salzano, Ambrosio (30’ st Lotti), Angelino, Olivieri, Granata. All. Dello Margio.
Real Fac Marano
De Magistris, Milano, Pollio, Vellecco, D’Auria, Capuozzo, Cavuoto, Cardona, Vallefuoco, Caruso, Mauriello. All. Pelliccia.

Arbitro: Pace di Napoli.
Reti: 1’ pt Vallefuoco, 40’ pt Granata, 40’ st Vastarella.
Note: espulsi Cavuoto al 45’ pt per proteste e al 30’ st Fusco per doppia ammonizione. Ammoniti Granata, Brianese P. , Capuozzo, Caruso. Spettatori 100 circa.

 

Il mister del Cardito Dello Margio
Il tecnico del Cardito Dello Margio

 

Vallefuoco alla velocità della luce. Grande prova di carattere quella del Cardito al “v. Papa”. Contro il Real Fac Marano la gara inizia subito con un handicap. Dopo appena 20 secondi, infatti, gli ospiti non scaldano neanche i motori che accelerano e passano in vantaggio. Un tiro sbilenco che parte da centrocampo raggiunge il centravanti Vallefuoco che trafigge un Severino ancora intento a scaldare i guantoni. Senza aver avuto neanche il tempo di cacciare una goccia di sudore il Cardito è così costretto a subire una doccia e anche molto fredda. Ma, nonostante l’acqua gelida e improvvisa, i ragazzi di Dello Margio si asciugano in fretta e ripartono subito per riacciuffare gli avversari.

Reazione immediata. Un importante contributo da parte del mister che, a bordo campo, incita i suoi uomini a non mollare subito e a giocare come se il risultato fosse ancora in parità. L’incoraggiamento del tecnico dà forza al Cardito che prende in mano il pallino del gioco e non lascia più campo al Marano. Il gol iniziale, infatti, resterà uno dei pochi squilli del team di Pelliccia.

Assalto Cardito. Il Cardito comincia l’assalto alla porta di De Magistris. Ci prova Granata con un tiro che viene respinto dal portiere ospite: sulla ribattuta, e con la porta sguarnita, occasionissima per D’Ambrosio che, incredibilmente, mette di un soffio a lato. Ci riprova dopo pochi minuti Granata dopo una veloce triangolazione con Olivieri, ma il suo tiro diretto nell’angolino basso viene parato da De Magistris. Al 20′ è la volta di Olivieri che, dopo un fraseggio delizioso con Salzano, si presenta da solo a tu per tu con l’estremo difensore del Marano che però compie un altro miracolo. L’undici ospite, messo alle corde, prova a liberarsi dai colpi del Marano con una punizione di Milano, la sfera finisce poco fuori la porta di Severino.

Granata sferra il colpo. La furia del Cardito continua e, al 40′, riesce finalmente a portare il pareggio meritato: Granata triangola con Ambrosio, si porta in area, vede il portiere fuori dai pali, si gira spalle alla porta e la mette sul secondo palo. Un gol bellissimo che vale l’attesa dei 40 minuti.

Ripresa, Cardito ancora affamato. Nella ripresa il copione resta lo stesso. Il Cardito è determinato e non scala la marcia: il pari non lo ha saziato e vuole la vittoria. Il Marano non si aspettava forse un avversario così aggressivo, e resta nell’angolino. Poche le occasioni costruite dalla compagine di Pelliccia, e tutte neutralizzate dal bravo Severino.

Vastarella mette al sicuro il trionfo. Il Cardito continua ad attaccare ma, per avere il gol della sicurezza, deve aspettare il 40′. Allo stesso minuto del gol di Granata, ma del secondo tempo, arriva il raddoppio. Lo stopper Pio Brianese dà il la all’azione triangolando con Granata che scarica indietro per Russo, palla lunga sulla destra di nuovo per Brianese che serve un assist d’oro a Vastarella: il neoentrato con un diagonale va in gol e mette a riparo la vittoria meritata del Cardito.

Dello Margio suona la carica. A fine gara il tecnico Giuseppe Dello Margio non può che tessere le lodi dei suoi ragazzi: “Sono contento della prova dei miei. Andare sotto di un gol dopo neanche 1′ ci ha fatto partire in salita, ma hanno reagito immediatamente e sono felice di questo. Era importante fare risultato. Non ho badato tanto all’aspetto tecnico ma mi sono concentrato su quello motivazionale. La reputo una buona squadra e abbiamo avuto due sconfitte immeritate, specie quella di settimana scorsa. Ci sono stati problemi con l’arbitraggio e con l’approccio alle gare. Per noi era importante vincere per restituirci il morale alto e avere la consapevolezza di essere una buona squadra. Ora i ragazzi hanno fiducia nei loro mezzi. Questa è la cosa più importante della vittoria di oggi (ieri, ndr)”.

“Sicuramente dobbiamo lavorare anche sull’aspetto tecnico – ha aggiunto Dello Margio – dobbiamo migliorare e fare qualcosa in più per risalire la china. Abbiamo perso terreno a causa delle due sconfitte ma il campionato è lunghissimo. L’obiettivo stagionale resta quello dei Play Off, la squadra c’è, è partita male e ora non ha più possibilità di sbagliare. Dobbiamo cercare di vincere quante più gare è possibile”.

Print Friendly, PDF & Email