Home Toscana Regione Toscana Bekaert, riunione con Ministro Orlando a Figline e Incisa Valdarno (FI)

Bekaert, riunione con Ministro Orlando a Figline e Incisa Valdarno (FI)

186
Orlando, Fabiani, Mugnai, Buoncompagni


Download PDF

Tavolo di lavoro questo pomeriggio nella sala consiliare del Comune

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Riunione istruttoria sulla Bekaert, questo pomeriggio, 5 marzo, nella sala consiliare del Comune di Figline e Incisa Valdarno (FI).

Valerio Fabiani, Consigliere delegato per lavoro e crisi aziendali del Presidente Eugenio Giani, e il Sindaco Giulia Mugnai, con il Vicesindaco Enrico Buoncompagni, hanno incontrato il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando.

Sul tavolo l’agenda istituzionale di Regione e Comune, impegnati nella ricerca di ammortizzatori sociali e per la reindustrializzazione del sito di Figline. Nell’occasione della visita il presidente Giani si è sentito telefonicamente con il ministro.

La vicenda Bekaert inizia a giugno 2018. Con l’insediamento della nuova Giunta regionale, lo scorso settembre, la questione è seguita da Fabiani.

Questi gli ultimi passaggi in ordine di tempo: la lettera del presidente Giani al ministro del MiSE Giancarlo Giorgetti, il 20 febbraio; l’accordo firmato con l’azienda da Arti e sindacati per l’utilizzo di altre 8 settimane di cassa Covid, il 24 febbraio; la lettera firmata il 1° marzo da 79 dei 116 lavoratori Bekaert coinvolti dalla procedura di licenziamento collettivo che ringraziano la Regione e chiedono l’intervento del Governo.

Il tavolo di lavoro di questo pomeriggio è stato utile anche a confrontarsi sul possibile utilizzo dei nuovi strumenti che saranno definiti con il ‘Decreto sostegno’. Presenti all’incontro anche i tecnici della Regione e del Ministero.

Ha affermato Fabiani:

Oggi è un momento importante per la vertenza Bekaert: la presenza del ministro, che ha scelto di venire qui in una delle sue prime uscite nel nuovo incarico, è un segno di grande attenzione del governo, di cui questo territorio ha bisogno.

Il Ministro Orlando è informato della necessità di attivare gli ammortizzatori sociali per il periodo che servirà alla reindustrializzazione del sito: a questo scopo abbiamo espressamente richiesto l’attivazione del tavolo presso il MiSE.

Abbiamo rappresentato l’importanza dell’intervento pubblico a sostegno della reindustrializzazione ingaggiando Invitalia. Anche la Regione è pronta a fare la sua parte, rinnovando la disponibilità a mettere in campo Sici, la società d’investimenti finanziari controllata da Fidi Toscana.

Continueremo a lavorare impiegando al meglio il tempo a disposizione perché da qui, da Figline, passa il futuro di questo territorio e di un pezzo fondamentale della manifattura toscana.

Ha commentato il Sindaco Mugnai:

La presenza sul territorio per la riunione di oggi, che ho avuto modo di richiedere nei giorni scorsi direttamente al Ministro, è stata un segnale di attenzione davvero importante.

Sedendoci allo stesso tavolo abbiamo, infatti, potuto rappresentare le criticità della vertenza Bekaert, oltre che richiedere di raccordarsi con il MiSE per la più rapida riapertura del tavolo ministeriale.

Sarà quella, infatti, la sede opportuna per richiedere, insieme alle organizzazioni sindacali e a tutte le istituzioni coinvolte, di riattivare la discussione sul futuro dello stabilimento figlinese e, nel contempo, assicurare gli ammortizzatori sociali ai lavoratori ancora coinvolti nella vertenza.

Print Friendly, PDF & Email