Home Territorio Nuovo arrivo di migranti a Paullo

Nuovo arrivo di migranti a Paullo

1862
Città di Paullo


Download PDF

Accolti dalla cooperativa sociale Liberi tutti 16 richiedenti asilo

Riceviamo e pubblichiamo.

Da oggi, 2 dicembre, la cooperativa sociale Liberi tutti, su mandato della prefettura di Milano, ospita sedici migranti a Paullo. La comunicazione ufficiale al Comune è arrivata direttamente dal Prefetto e tempestivamente l’assessore alle politiche sociali ha preso contatto con i referenti della cooperativa.
L’arrivo dei sedici richiedenti asilo risponde alle necessità di accoglienza a cui Ministero degli interni e Prefettura stanno facendo fronte. Esattamente come per i progetti di accoglienza già presenti in territorio paullese, il Comune non è quindi il gestore dell’accoglienza. I ragazzi accolti alloggiano infatti in abitazioni private, prese regolarmente in affitto dalla cooperativa accreditata tramite la Prefettura di Milano.

Spiega il vicesindaco Marta Battioni:

La nostra amministrazione ha il dovere di tutelare la propria comunità tutta. Incontreremo infatti i responsabili della cooperativa lunedì prossimo, così da mettere a punto tutte le questioni sia di integrazione che di sicurezza.
Siamo pronti a collaborare con la cooperativa, così come già succede con l’altra realtà che gestisce altri quindici ragazzi nel nostro territorio.
Per queste ragioni abbiamo chiesto un tempestivo incontro, così da essere minuziosamente informati su tutto e poter monitorare quotidianamente la situazione.

Benché all’inizio non abbia avuto voce in capitolo nella vicenda, da questo momento in poi il comune rivestirà un ruolo estremamente importante: l’ente porrà le condizioni perché sia i migranti che i cittadini possano convivere serenamente.

Continua Marta Battioni:

In particolare controlleremo che la cooperativa svolga le opportune attività a favore dei ragazzi accolti, legate non soltanto al vitto e all’alloggio ma anche a misure di informazione, accompagnamento, assistenza e orientamento, attraverso la costruzione di percorsi individuali di inserimento socio-economico. La nostra intenzione non è quella di isolarli, piuttosto intendiamo avviare una fase di dialogo con loro e dare inizio a una politica di integrazione, con il supporto anche delle nostre realtà di volontariato.
Ci riserveremo, qualora dovessimo riscontrare problemi o questioni reali di ordine pubblico di intervenire sia con la cooperative che con la Prefettura stessa.

Prima dell’ultimo arrivo, sul territorio paullese erano già presenti 14 migranti.

Print Friendly, PDF & Email