Home Territorio Arcivescovo Battaglia al Comitato Napoli per Giornata Mondiale CRI

Arcivescovo Battaglia al Comitato Napoli per Giornata Mondiale CRI

263
Paolo Monorchio


Download PDF

L’8 maggio S.E. Domenico Battaglia sarà ricevuto dal Presidente del Comitato Napoli Paolo Monorchio e dai volontari che lavorano per prestare soccorso a chi è in difficoltà

La Giornata Mondiale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, istituita l’8 maggio in occasione dell’anniversario della nascita del suo fondatore Henry Dunant, padre dell’umanitarismo moderno, quest’anno celebrerà l’impegno e lo sforzo dei volontari inarrestabili della Croce Rossa Italiana, in prima linea nella lotta alla pandemia e in tutte le altre attività che hanno continuato a portare avanti, senza sosta.

Anche il Comitato di Napoli, presieduto da Paolo Monorchio, si appresta a celebrare la giornata con un ospite d’onore: l’Arcivescovo Metropolita di Napoli S.E. Don Mimmo Battaglia.

Sua Eccellenza arriverà alla sede di San Giovanni a Teduccio alle ore 12:00 dove incontrerà il Presidente Monorchio e tutti i volontari.

Sarà presente anche l’Imam Abdallah Massimo Cozzolino oltre a numerosi rappresentanti delle Istituzioni ed autorità civili e militari.

L’incontro si svolgerà sulla terrazza del Comitato di Napoli nella massima sicurezza, all’insegna delle misure anti-Covid.

Afferma Paolo Monorchio:

Per noi è un grandissimo onore ricevere la visita dell’Arcivescovo Battaglia nella Giornata Mondiale della Croce Rossa. La sua vicinanza per noi è fondamentale perché ci unisce la ricerca del bene comune, l’azione concreta contro il senso di solitudine e sgomento che ci attanaglia.

E che, appunto, ferisce più a fondo chi il dolore lo affronta ogni giorno: i malati, gli ultimi, i più vulnerabili. Il nostro comitato conta circa 2000 volontari che assistono più di 20.000 persone.

Anche in questa pandemia non ci siamo mai fermati. Il nostro impegno è stato veramente inarrestabile, siamo stati sempre ‘ovunque per chiunque’.

Abbiamo consegnato 20.000 pacchi alimentari e 400 buoni spesa a persone e famiglie bisognose. Inoltre, abbiamo distribuito più di 1.600 pasti ai senza fissa dimora, abbiamo consegnato farmaci e spesa alle persone fragili, che non potevano muoversi di casa, abbiamo ascoltato e supportato tutti, il nostro personale ha effettuato 7.500 visite mediche nei nostri punti di prima assistenza cercando di non far mancare mai una parola di conforto a chi si rivolgeva a noi.

E abbiamo continuato a formare i nostri volontari oltre a promuovere le campagne dei Giovani per i corretti stili di vita e per contrastare fenomeni quali il bullismo e il cyberbullismo, in particolare nel periodo della DAD.

Siamo doppiamente felici di questa celebrazione perché per la prima volta in una sede di Croce Rossa si incontrano i rappresentanti della religione cattolica e di quella musulmana, accumunati dall’aiuto ai più fragili e vulnerabili.

A questo proposito, la Croce Rossa accoglie sempre gli aspiranti volontari: l’unico requisito è avere almeno 14 anni e tanta voglia di aiutare il prossimo. Basta iscriversi sulla piattaforma www.gaia.cri.it come aspirante Volontario oppure collegarsi al sito www.crinapoli.it.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Nicola Maffulli

L'autore più citato in ortopedia, il Professor Nicola Maffulli è superspecializzato in traumatologia sportiva. Ha pubblicato più di 1.200 articoli su riviste scientifiche e 12 libri e ha descritto oltre 40 nuove tecniche chirurgiche in chirurgia del ginocchio, piede e caviglia e chirurgia sportiva, molte delle quali sono state ampiamente adottate in tutto il mondo. Atleta in gioventù, il suo sogno di andare alle Olimpiadi è stato realizzato a Londra: ha guidato un gruppo di sette chirurghi ortopedici per le Olimpiadi e le Paralimpiadi di Londra, ed ha poi organizzato i servizi medici delle Universiadi 2019.