Home Territorio Campania Approvazione bilancio, scheda sulle misure adottate

Approvazione bilancio, scheda sulle misure adottate

550
Lidia D'Alessio


Download PDF

L’assessore D’Alessio: “Dibattito vero e costruttivo”

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa della Regione Campania.

In una sola giornata, martedì 22 dicembre, sono stati approvati a maggioranza i due documenti fondamentali e strategici dell’amministrazione regionale: il Documento di Programmazione Economico Finanziario (Defr), che per la prima volta ha dato una idea complessiva delle linee di governo della Giunta negli anni 2016 e seguenti, e la legge di Bilancio composta dalla legge di stabilità e dal Bilancio di previsione 2016 – 2018.

“Per la prima volta – dichiara l’assessore al Bilancio Lidia D’Alessio – la data di approvazione del bilancio di previsione della Campania nell’aula del Consiglio non è stata né la vigilia di Natale, né di Capodanno. Nessun ricorso alla “fiducia”. Non ci sono state discussioni sterili ed estenuanti ma un dibattito serio e costruttivo che scongiura esercizi provvisori che avrebbero avuto inevitabili ripercussioni sulla gestione”.

Tra le misure si segnalano:
Sostegno al diritto allo studio grazie allo stanziamento di 15,6 mln di euro annui per il trasporto scolastico gratuito degli studenti; 1,2 milioni per le residenze universitarie a Pozzuoli.
Misure sociali e socio sanitarie attraverso il finanziamento pluriennale per euro 250.000,00 del Fondo per i beni confiscati e sostegno al Villaggio dei Ragazzi di Maddaloni per i minori a rischio per euro 3.000.000,00.
Per la Cultura, 1,5 milioni in conto capitale per il Teatro San Carlo e 1,5 milioni per il Teatro Verdi di Salerno per spese correnti.

A questi interventi immediati, si sono aggiunte, poi, importanti Misure riorganizzative che comporteranno, anche, risparmi di spesa rifinalizzabili, quali:

    • La soppressione dell’Arlas con passaggio delle funzioni alla regione senza aggravio di costi.
    • La razionalizzazione degli organismi regionali (commissioni, comitati, osservatori e gruppi).
    • La razionalizzazione del patrimonio immobiliare per l’ottimizzazione delle risorse.
    • Le misure per accelerare l’attuazione del riordino delle partecipate attraverso il conferimento alla Saps, società veicolo, dei compiti di razionalizzazione.
    • Il potenziamento delle funzioni di Sviluppo Campania in tema di sviluppo e settori connessi.
    • Le misure specifiche atte ad evitare il blocco dell’Aaeroporto di Salerno, l’istituzione di un fondo per il funzionamento delle funicolari di Monte Faito e Montevergine, che riduce l’impatto ambientale e l’inquinamento.
    • Le misure sulla forestazione per la copertura delle attività relative al periodo 2010 – 2014 con il recupero di economie per € 3.000.000,00.
    • Il blocco commissariale per ogni manovra tariffaria in attesa dell’entrata a regime dell’Ente idrico Campano.
      La razionalizzazioni in tema di turismo attraverso la dismissione di partecipazioni inutili ad enti e organismi e il potenziamento dell’Agenzia regionale per la promozione turistica.
    • La proroga del Piano casa al 31.12.2017.
    • La proroga della possibilità per i comuni di lavorare le pratiche dei vecchi condoni ancora in istruttoria relativi alle leggi dell’85 e ’94.
    • La razionalizzazione di Adisu e Iacp e altre misure per il contenimento della spesa.
    • L’istituzione di un fondo per la sensibilizzazione sulle proposte dei cittadini in tema idrico.
    • L’agevolazione per i ritardati pagamenti per bollette idriche.
    • L’istituzione dell’anagrafe digitale per i disabili.
    • L’inserimento di strutture accreditate e convenzionate nel sistema del CUP.
    • La mappatura entro l’anno dei siti di interesse storico culturale.
    • L’istituzione della giornata per la lotta alle tossicodipendenza.
    • Il censimento di esercizi che abbiano scelto di non dotarsi di apparecchiature per il gioco d’azzardo come titolo premiale per la concessione di finanziamenti pubblici e benefici economici.
    • Istituzione di un fondo (150.000,00) per l’acquisto da parte dei comuni di centraline per rilevare le concentrazioni di emissioni inquinanti.
    • Il monitoraggio nei Regi Lagni di scarichi abusivi civili e industriali.

Nota: Tutti i documenti contabili del Bilancio di previsione non sono stati più redatti mediante il semplice ma insicuro e faticoso foglio excel ma mediante un nuovo software “fatto in casa” che si è rivelato utilissimo.

Print Friendly, PDF & Email