Home Territorio Estero Aperta in anteprima a Roma Esperienza Europa – David Sassoli

Aperta in anteprima a Roma Esperienza Europa – David Sassoli

1496
Esperienza Europa - David Sassoli


Download PDF

La nuova area espositiva sull’UE è visitabile tutti i giorni dal 22 ottobre in piazza Venezia n.11

Con grande emozione ed orgoglio mi trovo a partecipare, oggi 21 ottobre in piazza Venezia 11 a Roma, ad un esclusivo briefing tecnico destinato alla stampa e a content creator, che apre in anteprima Esperienza Europa – David Sassoli, la nuova area espositiva dedicata all’UE e intitolata, appunto, al compianto ex Presidente del Parlamento, scomparso nel gennaio di quest’anno.

Tutti ne parlano, ma chi la conosce veramente? Capire meglio l’Europa cambia tutto: questo il leitmotiv dell’evento.

L’inaugurazione ufficiale avverrà il prossimo febbraio, alla presenza della Presidente del PE Roberta Metsola, del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, della vedova di Sassoli, Alessandra Vittorini, di leader politici a livello nazionale ed europeo e di alcuni dirigenti del PE.

Il posto scelto è particolarmente simbolico, come sottolineerà la conduttrice e autrice Metis Di Meo, che funge da moderatrice. 600mq nel pieno centro storico, dove un tempo c’era la casa del geniale Michelangelo e dove oggi sorge il Palazzo delle Assicurazioni Generali e a due passi dal Vittoriano, simbolo della nazione e dei suoi valori democratici ed europei.

Un luogo unico, creato con lo scopo preciso di portare “un pezzo” della casa delle libertà, dei diritti umani e della democrazia dei cittadini europei in ognuna delle 27 capitali degli Stati membri, che rientra in un progetto promosso da Parlamento e Commissione europea per mettere l’Europa al microscopio e regalare un’immersione nell’avventura europea.

Esperienza Europa - David Sassoli

Il primo centro ad aprire, dopo ovviamente il Parlamentarium di Bruxelles, situato presso la sede della capitale belga del PE, è stato Berlino nel 2016; sono quindi seguiti quello Lubiana, nel 2017, Helsinki, nel 2018, Copenaghen, nel 2019, Tallin nel 2020 e, infine, Parigi nel 2022. Si prevede di realizzare altre sedi in città – simbolo degli Stati membri.

All’evento capitolino sono intervenuti il capo dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia Carlo Corazza, il capo della Rappresentanza della Commissione europea Antonio Parenti, il content creator Tudor Laurini e la studentessa Gaia Licastro dell’Istituto Margherita di Savoia di Roma.

Un percorso multimediale, dinamico ed innovativo, fruibile gratuitamente per tutti a partire dal 22 ottobre, dal lunedì al venerdì, 10:00 – 19:00, e sabato e domenica, 12:00 – 18:00, con contenuti disponibili nelle 24 lingue ufficiali dell’Unione, comprensivo di installazioni immersive ed un gioco di ruolo interattivo.

Quest’ultimo, poi, particolarmente interessante, rivolto a gruppi da 16 a 32 persone, permette di imparare divertendosi e capire meglio come vengano prese le decisioni a livello europeo, facendo sì che i partecipanti, dai 14 anni in poi, vestano, per due ore, i panni dei membri dei diversi gruppi politici del PE e discutano, negozino, adottino o rifiutino le direttive dell’UE.

Sarà possibile partecipare al gioco il lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì nei seguenti orari: 9:30 – 11:30; 12:00 – 14:00; 16:00 – 18:00.

Dunque un modo originale, simpatico ed innovativo per esplorare l’UE e osservare, da un’ottica del tutto nuova, l’essenza dell’integrazione, delle istituzioni e della vita quotidiana europea, per toccare con mano quale possa essere l’apporto dei singoli cittadini nel plasmare il futuro dell’Europa, informare sui suoi rappresentanti, scoprire come le sue istituzioni collaborino insieme, illustrarne i risultati in oltre 90 città europee e guardare le storie personali sui benefici dell’UE nella nostra vita di tutti i giorni.

Non è necessaria alcuna prenotazione per visite guidate gratuite da 1 a 12 persone, mentre per gruppi superiori a 12 occorre inviare una mail all’indirizzo: rome@europa-experience.eu.

Altra chicca, per singoli e gruppi, la possibilità di partecipare ad un workshop sull’UE della durata di 45 – 90 minuti.

Tre le tematiche tra cui scegliere:
Presentazione generale sull’UE (Percorso europeo: dalla guerra alla pace);
Opportunità dell’UE per i giovani: istruzione;
Opportunità dell’UE per i giovani: tirocini e lavoro.

Presentazioni e workshop possono essere adattati in base ad età, interessi ed esigenze.

Esperienza Europa - David Sassoli

Data la sensibilità che le Istituzioni europee hanno sempre avuto verso i diversamente abili, l’accesso ai visitatori con mobilità ridotta è assicurato per l’intera mostra. Esperienza Europa è inoltre dotata di sistemi ad induzione per i non udenti.

Non solo giochi ed esposizioni, però. Un pregevole video sull’appartenenza, realizzato dal regista Giulio Squillaciotti e dalla scrittrice Paola Moretti, viene proiettato in sede.

Il centro interattivo comprende anche una sala conferenze disponibile gratuitamente su prenotazione per eventi, seminari e dibattiti, pensata appositamente per annullare le distanze ed incoraggiare quell’incontro tra cittadini, stakeholder e parlamentari europei che il Presidente Sassoli ha sempre caldeggiato durante tutto il suo mandato, facendo leva sui giovani, sui quali aveva aspettative altissime, i primi in grado di accostarsi con entusiasmo, creatività e curiosità a questo nuovo splendido spazio espositivo.

La necessità del coinvolgimento e del dialogo a vari livelli, infatti, è stata sempre una delle sue priorità, tanto che in un intenso discorso al Consiglio europeo Sassoli dichiarò:

L’Europa ha bisogno di un nuovo progetto di speranza. Penso che questo progetto possa essere costruito intorno a tre assi forti, a un triplice desiderio di Europa che sia unanimemente condiviso da tutti gli europei: quello di un’Europa che innova, di un’Europa che protegge e di un’Europa che sia faro.

Esperienza Europa - David Sassoli

E proprio sulla scia delle dichiarazioni di Sassoli, Carlo Corazza apre il suo intervento:

Nel suo discorso di insediamento il Presidente, evidenziando le trasformazioni epocali che stiamo vivendo – disoccupazione giovanile, migrazioni, cambiamenti climatici, rivoluzione digitale, nuovi equilibri mondiali – invitò ad avere coraggio, ad ascoltare i cittadini, a dar loro voce.

Più volte è tornato sulla sfiducia delle persone verso i rappresentanti politici, sulla delusione e sull’avversione per il progetto europeo e sulla necessità di porvi rimedio perché la democrazia è un concetto da alimentare e reinventare quotidianamente per rispondere alle esigenze dei cittadini in modo appropriato.

Diceva che non dobbiamo avere tabù sul futuro dell’Europa, ma avere coraggio di avvicinarci al nostro futuro.

Lo spazio racconta l’Unione europea da una prospettiva del tutto diversa e innovativa. Si rivolge a tutti i cittadini, dai turisti agli studenti, con un percorso interattivo mirato a rafforzare l’idea di democrazia. Dopo aver vissuto Esperienza Europa, il modo di guardare all’UE non sarà più come prima.

La partecipazione dei cittadini è la linfa vitale della democrazia. Questa è una casa in cui immergersi in una simulazione interattiva per far capire il luogo in cui si costruisce il futuro dell’Europa.

Il gioco di ruolo in cui simulare di essere un eurodeputato serve proprio a percepire la grande dinamica europea. Le leggi del PE pesano sul resto del mondo, ecco perché l’Europa è l’unico strumento per governare certi processi.

Ci auguriamo di ospitare qui gli studenti di tutta Italia e stiamo cercando di stipulare un accordo con le Istituzioni nazionali affinché questa sia la tappa da accostare al tour formativo che viene fatto per le scolaresche già alla Camera e Senato.

La stessa Presidente Metsola, appena eletta, ha voluto ringraziare il suo predecessore, dicendo che sarebbe fiero di noi.

La parola passa ad Antonio Parenti, che ribadisce come Sassoli sia stato un grande Presidente del PE e quanto spingesse nella partecipazione attiva dei cittadini, soffermandosi sul multilateralismo, sul coraggio di intraprendere azioni nuove e sulle elezioni come momento culminante di un grande processo politico volto ad assicurare i valori di democrazia, libertà e stato di diritto.

La nostra speranza è che le persone pensino anche all’importanza del loro voto a livello europeo. Dall’Europa arriva l’80% della nostra legislazione, è fondamentale conoscere il luogo dove i governi dei singoli Stati membri arrivano a prendere le decisioni che si ripercuotono nella quotidianità.

I giovani sono i moltiplicatori di questo grande processo e la stampa ha il compito rilevante di farlo conoscere al mondo.

Il Presidente sosteneva che la comunicazione, il dialogo, la chiarezza, sono essenziali per cambiare le cose e che l’Europa dovesse ritrovare l’orgoglio del suo modello democratico.

Innovare, proteggere e diffondere erano le sue proposte per rilanciare il nostro progetto europeo ed è quello che vogliamo fare anche con questo spazio espositivo.

Un posto dinamico in cui, cambiando le priorità, coinvolgere i giovani. L’apertura di Esperienza Europa – David Sassoli che cade nell’Anno Europeo dei Giovani è per noi grande motivo di orgoglio.

Esperienza Europa - David Sassoli

È il turno della studentessa Gaia Licastro che porta una testimonianza concreta della simulazione del gioco al quale ha partecipato con i suoi compagni. Chiarisce che, dopo aver ascoltato una spiegazione generale dell’UE, del suo funzionamento, della sua storia e del modo in cui istituzioni europee ed eurodeputati lavorano, sono stati divisi in quattro partiti politici, ognuno dei quali scisso in due gruppi, il primo focalizzato sull’ambiente, il secondo sulla sicurezza.

Si sono cimentati in ricerche, hanno ascoltato interviste ai cittadini e, una volta percepite le problematiche maggiori, hanno realizzato le difficoltà del dibattimento in aula, simulando le azioni da porre in essere nel caso di un terremoto e imparando in cosa consista il bilancio.

Hanno compreso l’impegno, la preparazione e una serie di competenze trasversali che occorre avere per occupare quelle posizioni e la dedizione costante e continua in base ai cambiamenti globali. La sua soddisfazione traspare nettamente e consiglia vivamente ai suoi coetanei di approfittare di questa bellissima opportunità come momento formativo a tutto tondo.

Esperienza Europa - David Sassoli

L’ultimo contributo è quello del venticinquenne Tudor Laurini. Uno dei più influenti youtuber del momento, noto con il nickname di Klaus, che dal 2013 coinvolge oltre un milione di follower nei suoi frizzanti video in rete.

Sensibilizzare sulle tematiche dell’UE e coinvolgere la sua generazione, raggiungendo un target notoriamente disinteressato a tematiche così impegnative non è affatto semplice, ecco perché ha inventato una nuova modalità di approccio, riproponendo in musica alcuni dei concetti chiave della politica dell’Unione.

Una colonna sonora studiata con cura per arrivare al cuore dei giovani, trasformando in musica i valori fondanti della nostra UE, con contenuti moderni ed aggiornati. Incisivo, immediato, sintetico e per questo seguitissimo dal suo pubblico.

Metis Di Meo, nel chiudere i lavori, ricorda il network ‘Amici di Esperienza Europa – David Sassoli’ il cui obiettivo è il favorire la creazione di input per l’Europa, raccogliere gli stimoli dalla società civile e rafforzare lo scambio tra cittadini e decisori a cui potersi registrare inviando una mail a rome@europa-experience.eu.

Esperienza Europa – David Sassoli ci aspetta tutti. E che il dialogo con l’UE abbia inizio!

Esperienza Europa - David Sassoli

Print Friendly, PDF & Email

Autore Lorenza Iuliano

Lorenza Iuliano, vicedirettore ExPartibus, giornalista pubblicista, linguista, politologa, web master, esperta di comunicazione e SEO.