Home Territorio Al via monitoraggio della qualità dell’aria a Torrice (FR)

Al via monitoraggio della qualità dell’aria a Torrice (FR)

240
Centralina Arpa Torrice (FR)

Installata la centralina mobile nel centro storico cittadino

Riceviamo e pubblichiamo.

Partito il monitoraggio della qualità dell’aria a Torrice (FR). L’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Mauro Assalti ha voluto avviare la campagna per saggiare le condizioni dell’atmosfera, individuare eventuali forme di inquinamento e porvi rimedio a tutto vantaggio della salute dei cittadini, una delle priorità dell’attuale maggioranza.

Per tale motivo è stata posizionata la centralina dell’Arpa Lazio nei pressi della scuola media statale di Via Umberto I dove, da qualche giorno i dispositivi, stanno rilevando il livello di polveri sottili presenti nell’ambiente del centro storico e delle zone limitrofe e i primi risultati stanno dando esito positivo, le Pm10 e Pm2.5 ad ora rilevate sono al di sotto dei valori limite.

Spiega il primo cittadino Mauro Assalti:

È necessario capire quali siano le condizioni dell’atmosfera perché riteniamo prioritario tutelare la salute dei nostri concittadini. Il progetto di monitoraggio che abbiamo voluto promuovere rientra in questa strategia, vogliamo rassicurare la popolazione e, in caso di necessità, intervenire prontamente.

Promotori dell’iniziativa anche l’Assessore con delega alla sanità e al sociale Valtere Tallini e il titolare delle deleghe di pubblica istruzione e sport Marco Stirpe:

L’inquinamento è oggi una delle cause maggiori dello sviluppo di patologie, limitarlo è l’obiettivo dichiarato dalla nostra giunta per tutelare soprattutto le fasce più deboli della popolazione quali anziani e bambini. I primi dati sono confortanti ma vogliamo aspettare il termine del monitoraggio per avere un quadro completo e definitivo della qualità dell’aria del nostro territorio per agire di conseguenza.

L?ARPA Lazio ha previsto due momenti distinti per le rilevazioni: quelle in corso andranno avanti per un mese prima dello stop e del nuovo controllo strumentale, sempre di trenta giorni, nel corso della prossima estate.

Print Friendly, PDF & Email