Home Territorio Estero Al via in Cina la Coppa del Mondo di Arrampicata sportiva lead...

Al via in Cina la Coppa del Mondo di Arrampicata sportiva lead e speed

315
Coppa del Mondo di Arrampicata sportiva lead e speed


Download PDF

14 azzurri in gara desiderosi di salire sul podio, sulla scia di Camilla Moroni

Riceviamo e pubblichiamo.

Nella cornice dell’avveniristico Fenhu Culture And Sports Center di Wujiang stasera prenderà il via l’appassionante circuito di Coppa del Mondo Lead e di Coppa del Mondo Speed.
Dopo aver affrontato la competizione Boulder a Keqiao, in cui Camilla Moroni ha conquistato un favoloso argento, da domani saranno nuovamente sul campo gara le nostre azzurre del Team olimpico: Laura Rogora, Fiamme Oro, 6 volte Campionessa Italiana di specialità, Campionessa Mondiale Giovanile B&L 2019, bronzo ai Mondiali 2021, Olimpionica a Tokyo; Giorgia Tesio, Centro Sportivo Esercito, Vicecampionessa Italiana Lead 2023 e la già citata Camilla Moroni, Fiamme Oro, Campionessa Italiana Lead 2022 e bronzo nel Campionato Italiano 2023.

Le nostre atlete competeranno in una gara composta da 62 specialiste dell’arrampicata con corda e imbragatura.

Fra di esse la cinese Yuetong Zhang, già qualificata per Parigi 2024, la slovena Sara Copar, Campionessa Mondiale giovanile, la coreana Chaehyun Seo, bronzo ai Mondiali di Berna, quarta nel ranking di Coppa del Mondo assoluta, e poi le giapponesi Miho Nonaka e Futaba Ito, la francese Manon Hily, la britannica Molly Thompson-Smith e l’austriaca Mattea Potzi, tutte fra le prime 20 nel ranking di Coppa del Mondo dell’anno scorso.

In campo maschile sono 70 gli specialisti mondiali di Lead che parteciperanno alla competizione: scendono nuovamente in campo, dopo la sfida sui blocchi di Keqiao, Filip Schenk, Campione Italiano 2023, e Stefano Ghisolfi, 3 volte Campione Italiano e vincitore della Coppa del Mondo Lead nel 2021.

Esordiscono nella Coppa del Mondo 2024 Giorgio Tomatis, Centro Sportivo Esercito, vincitore della Coppa Italia Assoluta Lead 2023, Vicecampione Italiano, argento agli European Games di Cracovia, e Marcello Bombardi, Centro Sportivo Esercito, veterano azzuro, dal 2020 sempre nella top five del Campionato Italiano.

Fra gli avversari più temibili l’americano Colin Duffy, Vicecampione Mondiale di Combinata, il Campione Olimpico Alberto Ginés Lopez, il britannico Toby Roberts, già qualificato per le Olimpiadi e i 3 climber che sono appena saliti sul podio di Keqiao: il giapponese Tomoa Narasaki, bronzo in Combinata ai Mondiali di Berna, l’altro nipponico Sorato Anraku, Vicecampione Mondiale di Lead, già qualificato per Parigi 2024, che l’anno scorso vinse l’oro a Wujang, e il belga Hannes Van Duysen, Campione Mondiale giovanile 2023.

Nella competizione femminile di Speed potremo contare sulle punte di diamante della velocità italiana: Beatrice Colli, Fiamme Oro, 3 volte Campionessa Italiana, Campionessa del Mondo Giovanile Speed 2021 e 2022, argento nella prima tappa di Coppa Europa 2024, detentrice del record italiano femminile di Speed, e Giulia Randi, Centro Sportivo Esercito, 3 volte Vicecampionessa Italiana Speed, Vicecampionessa Mondiale Giovanile 2021.

Colli e Randi si troveranno ad affrontare 43 fra le migliori velociste del pianeta.

Per citare le più temibili: l’indonesiana Desak Made Rita Dewi, Campionessa del Mondo e qualificata per Parigi 2024; le sorelle polacche Natalia e Aleksandra Kalucka, oro in Coppa del Mondo 2023 la prima e oro in Coppa del Mondo 2022 la seconda; la pluricampionessa polacca Aleksandra Miroslaw, detentrice del record del mondo, perfezionato a Roma in occasione della sua qualifica per le Olimpiadi francesi; l’americana Emma Hunt, vicecampionessa mondiale e col ticket olimpico già in tasca; la cinese Lijuan Deng, qualificata per le Olimpiadi, vincitrice dell’oro l’anno scorso a Wujiang; la spagnola Leslie Adriana Romero Perez, Campionessa Europea in carica; la francese Capucine Viglione, quarta alle Qualifiche Olimpiche di Roma; la tedesca Franziska Ritter, fresca dell’oro in Coppa Europa a Lublin.

Nel comparto maschile gli atleti in gara saranno 65. La squadra azzurra schiera Ludovico Fossali, Centro Sportivo Esercito, Campione Italiano 2023, Campione del Mondo Speed 2019, Olimpionico a Tokyo 2020; Gian Luca Zodda, Fiamme Oro, Campione Italiano 2022, due volte Campione Mondiale Giovanile, fresco di un oro in Coppa Europa e di un argento in Coppa Italia; Alessandro Boulos, Gruppo Rocciatori Piaz, fra i migliori velocisti italiani, in forza alla Nazionale dal 2009; Luca Robbiati, Stone Age SSD, Vicecampione Italiano, che ha appena vinto un argento in Coppa Europa, nono nel ranking di Coppa Europa 2023; last but not least Matteo Zurloni, Fiamme Oro, Campione del Mondo in carica e già proiettato verso l’avventura a cinque cerchi per cui ha guadagnato il ticket a Berna.

I rivali da tenere d’occhio saranno numerosi e agguerriti. Fra di essi l’americano Samuel Watson, terzo nel ranking di Coppa del Mondo e già qualificato per le Olimpiadi; il polacco Marcin Dzienski, che alle qualifiche di Roma ha sfiorato la vittoria e il ticket per Parigi; il cinese Jinbao Long, Vicecampione del Mondo a Berna, qualificato per le Olimpiadi assieme a Zurloni; il cinese Peng Wu, secondo nel ranking di Coppa del Mondo; lo spagnolo Erik Noya Cardona; l’indonesiano Kiromal Katibin, secondo in Coppa del Mondo 2021 e 2022, e l’indonesiano Veddriq Leonardo, detentore del record del mondo.

Il programma di gara prevede per venerdì 12 aprile a partire dalle ore 3.00 le qualifiche Lead maschili e femminili, mentre alle ore 13.00 cominceranno le qualifiche speed.

Sabato 13 aprile si disputeranno le semifinali maschili e femminili di Lead alle ore 9:00 e le finali maschili e femminili di Speed alle ore 13:30

Domenica 14:00 sarà la volta delle attesissime finali femminili alle ore 13:00, a cui seguiranno le altrettanto emozionanti finali maschili.

Sarà possibile seguire le semifinali e le finali in diretta su Eurosport e sulla piattaforma digitale Discovery Plus.

Print Friendly, PDF & Email