Home Territorio Estero Yemen: Houthi attaccano zona residenziale di al-Hudayda

Yemen: Houthi attaccano zona residenziale di al-Hudayda

818


Download PDF

Un video riprende l’incendio che scoppia all’interno dell’abitazione dopo il lancio di un razzo da parte dei miliziani filo iraniani

Nella notte tra il 21 e il 22 maggio è scoppiato un incendio nella casa di un cittadino del distretto di Heis, nel Governatorato di al-Hudayda, nell’ovest dello Yemen, a seguito della caduta di un colpo di mortaio sparato dalla milizia Houthi.

Fonti locali hanno riferito che la milizia filo iraniana ha bombardato un certo numero di case, provocando l’incendio della casa di Yahya Bazaz vicino al mercato di Hays. I carri armati della settima brigata hanno partecipato allo spegnimento dell’incendio scoppiato al secondo piano di un edificio contenente un negozio che vende bombole di gas, cosa che prefigurava una possibile catastrofe se le fiamme si fossero propagate fino al pian terreno.

La milizia Houthi ha continuato, venerdì, a prendere di mira il quartiere residenziale di Mazhar, nel distretto di Al-Hawk, a sud di al-Hudayda, nello Yemen occidentale. Secondo fonti locali, le milizie Houthi hanno lanciato attacchi con vari tipi di armi alle case dei cittadini che vivono nelle zone controllate dalle forze del governo legittimo. Il bombardamento Houthi ha causato uno stato di paura e panico tra i civili, che potrebbe preannunciare una nuova ondata di sfollati.

Il quartiere residenziale di Mashhad era stato precedentemente oggetto di bombardamenti e attacchi a colpi di artiglieria e missili della milizia Houthi, che hanno provocato la distruzione di centinaia di case e lo sfollamento di migliaia di cittadini da quando è entrata in vigore la tregua delle Nazioni Unite nel Governatorato.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.