Home Territorio ‘Stay Hungry’ e ‘La ricerca della simmetria’ a ‘Festil 2020’

‘Stay Hungry’ e ‘La ricerca della simmetria’ a ‘Festil 2020’

389
'Stay Hungry'


Download PDF

Il primo in scena il 23 luglio al Parco Sant’Osvaldo di Udine, il secondo il 24 luglio al Teatro dei Fabbri di Trieste

Riceviamo e pubblichiamo.

Prosegue Festil con due nuovi appuntamenti teatrali il 23 e 24 luglio.
Anche quest’anno il Festival è partner di In Box – rete di sostegno del teatro emergente – e il 23 luglio, alle ore 21:30, ospita, nel Parco Sant’Osvaldo di Udine, lo spettacolo vincitore dell’edizione 2020: Stay Hungry – indagine di un affamato di e con Angelo Campolo.

Lo spettacolo è presentato in collaborazione con Teatro della Sete / TSU Teatro Sosta Urbana e Contaminazioni digitali Festival urbano multimediale. Festil conferma lo spirito di collaborazione che lo contraddistingue da sempre e lo spettacolo rientra anche nel programma della nuova rassegna culturale ‘In/Visible People’, che ha luogo giovedì 23 e venerdì 24 luglio al Parco Sant’Osvaldo di Udine.

L’iniziativa è stata ideata da ben tre progetti culturali del FVG: Contaminazioni Digitali, TSU e Festival Estivo del Litorale, a riconferma del fatto che l’unione fa la forza, e rappresenta un valido strumento per far fronte a momenti di crisi come quello che stiamo attraversando.

Giovedì 23 luglio, alle ore 19:00, si parte con ‘Visible People, esperienze di teatro e arte con persone in viaggio’, dove attori, registi e operatori si confrontano sul ruolo che i linguaggi e le pratiche teatrali possono avere nelle dinamiche di integrazione e sostegno alle persone migranti e richiedenti asilo.

All’incontro partecipano Angelo Campolo, Andrea Ciommiento, Elisa Menon, Virginia Di Lazzaro, Marco Orioles, Wajid Abassi, Faraht Hussein e sarà coordinato da Rita Maffei, Co-direttore artistico del CSS Teatro stabile di innovazione del FVG.

Alle 21:30, va in scena ‘Stay Hungry. Indagine di un affamato’ di Angelo Campolo. L’attore porterà il pubblico nei suoi laboratori, in riva allo Stretto di Messina, dove l’incontro con un gruppo di giovani migranti ha segnato l’inizio di un’avventura speciale per leggere il presente e affrontare la vita. Il lavoro, inoltre, ha vinto come Spettacolo Vincitore Nolo Fringe Festival e come Progetto Vincitore Bando S’Illumina sezione Nuove opere, promosso da SIAE e MIBACT.

Il monito di Steve Jobs, ‘Stay Hungry’, risuona in chiave beffarda nel caleidoscopio di storie umane, da Nord a Sud, che attraversano i ricordi di questa autobiografia, che tratta il tema della migrazione, in cui vittime e carnefici si confondono, bene e male sono divisi da confini incerti e tutti i personaggi sono segnati, ciascuno a suo modo, da una ‘fame’ di amore e conoscenza, in un tempo di vuoti che diventano voragini.

Venerdì 24 luglio alle ore 18:00, è prevista la tavola rotonda dal titolo ‘Raccontare la distanza. Famiglie migranti tra invisibilità, distanziamento e accoglienza in FVG ai tempi del Covid-19’, dove ci si potrà confrontare con diversi esperti attivi nelle politiche di accoglienza regionale e non.

‘In/Visible People’ terminerà con ‘Sconfinamenti’, a partire dalle 21:00: un’esposizione pittorica sonorizzata disposta in mezzo al verde, tra gli alberi, realizzata dalla pittrice Martina Dalla Stella in collaborazione con i musicisti del Collettivo Clamp.

Venerdì 24 luglio continua la programmazione di Festil e, alle ore 21:00, in prima nazionale, al Teatro dei Fabbri di Trieste, va in scena ‘La ricerca della simmetria’ di Chiara Boscaro e Marco Di Stefano con Giovanni Boni, Marzia Postogna, Francesco Godina, Anna Godina, Davide Rossi regia Marco Casazza produzione La Contrada Teatro Stabile di Trieste con il sostegno della Regione Friuli Venezia Giulia / Science in the City Festival Trieste 2020.

Un testo che unisce giallo e scienza, prendendo spunto da due vite, due storie che sì intrecciano: quella di Abdus Salam primo islamico Premio Nobel per la Fisica e la storia di una giovane al giorno d’oggi, nella Trieste di ESOF, EuroScience Open Forum Trieste, 2020.

Giunto alla sua Vedizione, Festival estivo del Litorale è l’unico Festival di prosa in Friuli Venezia Giulia con il contributo di MiBACT, oltre che della Regione FVG, e vanta il sostegno di Comune di Udine | UdinEstate 20.

Sotto la direzione artistica di Alessandro Gilleri, Tommaso Tuzzoli, e Katja Pegan che cura anche la parte slovena con Neva Zajc, ancora per questa edizione, il Festival estivo del Litorale – sezione italiana – in collaborazione col Primorski Poletni Festival / Festival estivo del Litorale (SLO), consolida il proprio legame transfrontaliero ed internazionale e continua a promuovere le sue attività in tutta la Slovenia, allargando le sue collaborazioni e coproduzioni con enti ed associazioni in Croazia.

Per quest’edizione, si vedrà la partnership del Drustvo Primorskij Poletni Festival (SLO), Hrvatsko Narodno Kazaliste Ivan pl Zajc / Teatro nazionale Zajc di Fiume (HR), Gledalisce Koper (SLO), CSS teatro stabile d’innovazione del FVG, Dipartimento degli studi umanistici e del patrimonio culturale dell’Università degli studi di Udine, Golden Show Trieste, Teatro Club Udine, Fedra Art project (HR), Udruga Slobodna Drzava Rijeka / Ass. Stato libero di Fiume (HR), Associazione Need Teatro, Casa del Contemporaneo, Associazione Speakeasy e Athena Città della psicologia.

Media partner dell’evento Il Piccolo – Trieste e Radio Onde Furlane.

Per info

Per gli spettacoli al Teatro San Giorgio si consiglia l’acquisto dei biglietti in prevendita o con largo anticipo sull’orario di inizio degli spettacoli, utilizzando il circuito Vivaticket.

La biglietteria aprirà un’ora prima dello spettacolo.

Per gli spettacoli all’aperto in Piazza Venerio, è richiesta la prenotazione:
biglietteria@festivalestivodelitorale.com / +393881797104

Tutti gli spettacoli sono a pagamento:
Biglietto intero: €10,00
Biglietto ridotto over 65 – giovani under 26, ridotto Soci COOP Alleanza 3.0: €8,00
Biglietto ridotto giovani under 14 e Studenti Universitari: €5,00

Print Friendly, PDF & Email