Home Lazio Roma Pedrazzini sulle Comunali a Milano e Roma

Pedrazzini sulle Comunali a Milano e Roma

1489


Download PDF

‘Caos genera caos rompendo non si costruisce e l’estremismo non paga mai’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa Claudio Pedrazzini Forza Italia Regione Lombardia.

In Regione Lombardia abbiamo una maggioranza solida ed operativa comprensiva anche dell’NCD, che riproponiamo anche per Milano a sostegno della candidatura di Stefano Parisi, che è stato indicato da Silvio Berlusconi. I primi sondaggi vedono Parisi alla pari con Sala nonostante quest’ultimo abbia iniziato la campagna elettorale da oltre un anno.

Abbiamo provato a riproporre lo stesso modello anche a Roma: il risultato è noto a tutti.
Questa è la cronistoria: Giorgia Meloni, al Familyday, dice di non volersi candidare perché è incinta; propone allora la candidatura della conduttrice tv Rita dalla Chiesa che subito rifiuta; Berlusconi, Meloni e Salvini trovano un accordo su Bertolaso come documentato da tutta la stampa nazionale del 12 febbraio.

Con sorpresa, nei giorni successivi Salvini si smarca proponendo Alfio Marchini, mentre Giorgia Meloni, proprio dopo le gazebarie romane che vedono indicato sindaco Bertolaso da oltre 45.000 persone, cambia idea e improvvisamente si rende disponibile a candidarsi a Sindaco.

Ma il film non è finito: Salvini dichiara che al ballottaggio la Lega voterà M5S e mina la coalizione a Torino opponendosi alla candidatura di Osvaldo Napoli.
Una grande “zuppa di porro” direbbe il mio amico Nicola parlando durante la trasmissione “Virus” su RAI2.

Conclusione: dubito che con questo tipo di schermaglie impazzite all’interno del centro-destra Matteo Salvini e Giorgia Meloni possano conquistare la guida della coalizione.

Lo dichiara Claudio Pedrazzini, Presidente di Forza Italia nel Consiglio regionale della Lombardia, in merito alle dichiarazioni di Matteo Salvini.

Print Friendly, PDF & Email