Home Territorio Morte Angelo Sorcecchi, il cordoglio di Vincenzo Zaccheo

Morte Angelo Sorcecchi, il cordoglio di Vincenzo Zaccheo

261
Angelo Sorcecchi e Francesco Storace


Download PDF

L’ex Sindaco di Latina ricorda con commozione il Consigliere comunale di Cori (LT)

Riceviamo e pubblichiamo.

Esprimo profondo dolore per la prematura scomparsa di Angelo Sorcecchi. 53 anni, da sempre il suo cuore batteva per la destra sociale.
A metà degli anni 80 iniziò il suo cammino nel Fronte della Gioventù, il movimento giovanile dell’MSI. Con la nascita di Alleanza Nazionale, a Fiuggi, Angelo diventerà il riferimento di una intera comunità umana e politica. Non solo per la sua Cori, ma più in generale per la nostra provincia.

È stato un apprezzato dirigente politico, leale e generoso nelle battaglie – spesso non facili – all’interno di Alleanza Nazionale. Si è confrontato con l’Amministrazione, con il Governo del suo Paese.

Da Vicesindaco ed Assessore ai Servizi Sociali nella Giunta guidata da Tommaso Bianchi, Angelo ha dato prova della generosità e dello spirito di servizio che erano la cifra del suo impegno. Qualità e valori che egli riversava anche al suo lavoro di soccorritore della Croce Amica.

La comunità corese, nella sua interezza, piange e ricorda con commozione un uomo buono e perbene. A cominciare dal Sindaco Mauro De Lillis, che Angelo aveva sfidato candidandosi primo cittadino con la lista ‘L’altra Città’ eleggendo quattro Consiglieri, che esprime “sconcerto, dolore, rabbia, affetto”.

Mi piace salutarlo con le parole di Giorgio Almirante:
“Vorrei tanto che, quando non ci sarò più, si dicesse di me quello che Dante disse di Virgilio: facesti come colui che cammina di notte, e porta un lume dietro di sé, e con quel lume non aiuta se stesso. Egli cammina al buio, si apre la strada nel buio ma dietro di sé illumina gli altri”.
Ciao Angelo, da oggi la tua Cori è un poco più buia.
Vincenzo Zaccheo

Print Friendly, PDF & Email