Home Lombardia Regione Lombardia Lombardia, seduta di Consiglio regionale 26 gennaio 2021

Lombardia, seduta di Consiglio regionale 26 gennaio 2021

418
Palazzo Pirelli


Download PDF

I punti all’ordine del giorno

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi ha convocato il Consiglio regionale per martedì 26 gennaio dalle ore 10:00 alle ore 19:00.

I lavori si apriranno con l’esame del progetto di legge che introduce strumenti e disposizioni finalizzate a garantire una maggiore tutela dei minori, figli di genitori separati, nella gestione delle comunicazioni inerenti la loro salute, l’istruzione e le pratiche amministrative: relatrice del provvedimento è Gigliola Spelzini, Lega.

Seguirà l’esame di una proposta di Risoluzione che sarà illustrata da Silvia Scurati, Lega, e che si propone di migliorare l’accessibilità dei disabili al mondo del lavoro, rendendo più attuale l’incrocio tra domanda e offerta di lavoro e rafforzando la figura del disability manager.

Successivamente saranno discusse due mozioni che riguarderanno l’istituzione dell’Osservatorio regionale sulla cristianofobia, primo firmatario Luca Del Gobbo, NcI, e l’inserimento nel piano vaccinale anti Covid-19 di odontoiatri e personale di studio tra le categoria da vaccinare con priorità, primo firmatario Franco Lucente, FdI.

Prevista infine la nomina di due componenti effettivi del Collegio sindacale dell’Azienda lombarda per l’edilizia residenziale, ALER, di Varese, Como, Monza e Brianza e Busto Arsizio in sostituzione dei dimissionari e l’indicazione di un componente del Collegio sindacale della Fondazione Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico, IRCCS, Ca’ Granda dell’Ospedale Maggiore Policlinico.

All’inizio della seduta si terrà la commemorazione degli ex Consiglieri regionali Franz Brunetti, professore universitario di filosofia eletto a Pavia nel PCI in occasione della prima legislatura regionale dal 1970 al 1975, e Remo Bernacchia, esponente politico bresciano, cattolico, impegnato nel mondo della scuola e dell’educazione ed eletto nel 1995 nelle fila del Partito Popolare Italiano, entrambi scomparsi a fine dicembre.

Print Friendly, PDF & Email