Home Territorio Estero Emirati: al via iniziativa per produzione nazionale di grano

Emirati: al via iniziativa per produzione nazionale di grano

204


Download PDF

“Emirates Wheat” è un’iniziativa nazionale che produce più di 80 tonnellate in tutto il Paese

L'”Emirates Wheat” è una delle iniziative leader nel campo dell’agricoltura lanciata nel 2017 e comprende 170 aziende agricole, che rappresentano gli sforzi nazionali più importanti nel campo del miglioramento della sicurezza alimentare, in quanto intende produrre più di 80 tonnellate di grano a livello statale durante la stagione del raccolto.
Il progetto – che coinvolge numerosi cittadini ed è guidata dall’agricoltore Hamid Obaid Al Zaabi – costituisce l’inizio di un percorso nazionale per espandere la coltivazione del grano in diversi seminativi delle regioni del Paese, soprattutto nelle fattorie non sfruttate.

Questo esperimento di successo ha dimostrato la possibilità di coltivare nel periodo da novembre a marzo di ogni anno in modo che il processo di irrigazione venga eseguito da 3 a 4 volte a settimana, il che razionalizza il consumo di acqua.

In un’intervista con l’Agenzia stampa degli Emirati “WAM” Al Zaabi ha affermato che il futuro della coltivazione del grano nel Paese richiede ottimismo e attraverso questa iniziativa si cerca di unirsi al maggior numero possibile di agricoltori per sostenere gli sforzi del Paese per raggiungere la sicurezza alimentare, oltre ad evidenziare il suo ruolo sociale nel diffondere la consapevolezza dell’importanza di coltivare varie colture.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.