Toscana, turismo costiero sostenibile: progetto MITOMED+ a Bruxelles

Toscana, turismo costiero sostenibile: progetto MITOMED+ a Bruxelles

208
Stefano Ciuoffo


Download PDF

Dichiarazione dell’Ass. Ciuoffo

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Sviluppare un turismo costiero mediterraneo capace di coniugare esigenze di competitività e sostenibilità.

È l’obiettivo del progetto europeo MITOMED+, di cui la Regione Toscana è capofila, protagonista oggi pomeriggio, 8 novembre, al Parlamento UE di un seminario dal titolo ‘Verso le comunità turistiche marittime e costiere sostenibili. Costruire un modello integrato di gestione del turismo marittimo e costiero per il Mediterraneo’. Incontro che in pratica ha decretato il passaggio dalla fase pilota a quella operativa.

Ha detto l’Assessore regionale al turismo e alle attività produttive Stefano Ciuoffo:

Nonostante il turismo marittimo e costiero nel Mediterraneo sia un settore in crescita, esso rappresenta ancora una grande sfida perché deve affrontare rischi come l’erosione costiera e lo sfruttamento del patrimonio naturale e culturale.

È essenziale, quindi, procedere verso una sua gestione integrata.

Con la collaborazione dell’Unione dei Comuni della Versilia e dei comuni di Viareggio, Montignoso (MS), San Vincenzo (LI) e Castiglione della Pescaia, il progetto ha sviluppato e testato una serie di indicatori per misurare il turismo sostenibile e assegnare i bollini ‘spiaggia verde’.

Ha aggiunto Ciuoffo:

Ora il progetto sta identificando altri attori, in particolare autorità regionali e locali, disposti a replicare la metodologia e i principali risultati.

Avviato nel 2017, MITOMED+, acronimo di Models of Integrated Tourism in the Mediterranean – Modelli integrati di turismo nel Mediterraneo, si inserisce nell’ambito del programma di cooperazione transnazionale INTERREG MED e prevede un budget di 2,6 mln di euro di cui l’85% coperto da finanziamento comunitario ed il restante 15% dal cofinanziamento nazionale dei partner. La quota attribuita alla Regione è 500 mila euro 425 mila di finanziamento comunitario e 75 mila di cofinanziamento statale. Il progetto ha durata triennale.

La Toscana, in quanto capofila, coordina gli aspetti tecnici e contenutistici e, relativamente a quelli amministrativi, è il soggetto legalmente ed amministrativamente responsabile nei confronti della Commissione UE e dovrà anche occuparsi del coordinamento del partenariato e dei flussi finanziari.

Gli altri partner italiani e stranieri sono ANCI, Italia, Università di Girona, Spagna, Regione di Andalusia, Spagna, Institute of Agricolture and Tourism, Croazia, Larnaca District Development Agency, Cipro, NECSTour, Belgio, Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe, CRPM, e Istituto di Biometeorologia CNR – IBIMET, Italia.

In mattinata l’Assessore Ciuoffo ha partecipato ad un seminario sul tema dell’economia blu, ed in particolare dell’innovazione al servizio della mobilità marittima sostenibile, dal titolo ‘Destinazione Europa in movimento’, organizzato dalla Fondazione CS Mare, Magellan e Paragon Europe.

Print Friendly, PDF & Email