Home Cultura ‘Semi-in-azione’ a Galleria Toledo

‘Semi-in-azione’ a Galleria Toledo

1075


Download PDF

‘Semi-in-azione: se il seme non muore non può dar frutto’ – II Atto: Primavera

Riceviamo e pubblichiamo.

Venerdì 25 marzo, ore 20:30, presso Galleria Toledo – materiali contemporanei, via Concezione a Montecalvario, 34, Napoli, si terrà lo spettacolo Semi-in-azione: se il seme non muore non può dar frutto‘.

‘Semi-in-azione: se il seme non muore, non può dar frutto’ ci riconnette al ritmo delle stagioni in cui le energie della Natura muoiono e rinascono circolarmente in abbondanza di forme. Per questo motivo lo spettacolo si propone in quattro date diverse nel corso dell’anno, una per stagione, aggiungendo ad ogni rappresentazione un continuum.

L’azione scenica come un rito si svolge all’interno di un cerchio dipinto, detto Enso, il Grande Vuoto, che genera le diecimila cose, semi di ogni vita.
In questa data di Primavera, in cui coincidono l’Equinozio e il Plenilunio con la Pasqua di Resurrezione, il lavoro teatrale, che nasce dal Mito di Kore-Proserpina, esprime le energie di germinazione e fioritura della Natura che si risveglia dal sonno meditativo dell’Inverno attraverso la risalita ciclica di Proserpina dal Regno di Ade sulla Terra. La Regina di Plutone si svela di nuovo la divina Fanciulla alla cui danza tutta la Terra si risveglia e sboccia a nuova verdeggiante Vita. Il ritmo del damaru (tamburello himalayano legato alla danza di Shiva-Dioniso) accompagna l’Inno Orfico a Géa, la Madre Terra, nello svelamento del Cerchio vivente dei Semi in Germi-in Azione. Il suono dei campanelli e del tamburo invoca e sostiene la danza, come un rifiorire del corpo in cui la Terra sboccia e germoglia di nuova vita. La danza ne esprime la gioia fino a divenire Donna-Uccello nella stirpe della Sirena Parthenope.

Le Sirene, Donne-Uccello dal canto incantevole, sono Spiriti Guida nel loro culto autoctono tra la costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina, sino a Napoli, originariamente fondata come Parthenope.

‘Semi-in-azione: se il seme non muore, non può dar frutto’ vuole essere anche un contributo al risveglio dell’Anima della nostra città.

L’azione creativa di ‘Semi-in-azione: se il seme non muore, non può dar frutto’ con quattro appuntamenti nel corso dell’anno, evoca i quattro elementi vitali: la Terra, l’Acqua, il Fuoco, l’Aria contenuti nel Grande Spazio.

Un telo bianco
su cui è dipinto un Enso:
un grande telo bianco è disteso sul pavimento
avente come perno lo yoghin
la danzatrice in una sola pennellata dipinge
sul telo bianco
un grande cerchio serpente che si morde la coda
uruboros zen senza inizio né fine
il Grande Vuoto
che genera le diecimila cose
semi di ogni vita.
Una miriade di semi riempiono il bianco:
lo yoghin & la danzatrice spargono semi di ogni specie e grandezza
nel rosso cerchio sul grande telo bianco.
L’azione creativa evoca i quattro elementi:
la Terra, l’Acqua, il Fuoco, l’Aria…
racchiusi nel Grande Spazio.
Salmodia in greco antico l’inno orfico a Gèa la Madre Terra
pro-fumo d’incenso
il tamburo batte il tempo del Viaggio nel ritmo del Cuore della
Terra.
Azione del melograno simbolo di fertilità
la Donna apre il frutto come se aprisse se stessa:
la danzatrice apre con le dita un frutto di melograno
spargendo i suoi chicchi, le anime infinite,
nel gocciolare del suo vermiglio succo simbolo di fertilità
ovunque
sul bianco del telo e sull’abito bianco.
E discende nell’Ade
Kore divenuta Proserpina
nel Gioco del rapimento.
Si dibatte ovunque la Madre affranta
Demeter dolorante in lande desolate d’Inverno.
La Fanciulla sprofonda nella Terra.
In-Semi-in-Azione:
circumambulandola lo Yoghin sparge e cosparge di semi
la Danzatrice accasciata al suolo.
Risale Gioia.
Danza:
in un balzo la Danzatrice
nel ritmo vitale del tamburo
gioiosa
ovunque dissemina i chicchi di vita
danzando la nuova Primavera
dentro & fuori dal Cerchio.
Ritorna:
rientra nel Cerchio ove estasiata
si adagia al suolo tra mille semi.
Piume di pavone.
Leggerezza – Aria:
un fascio di piume di Pavone
Uccello dell’Immortalità
sparge i semi nello Spazio & danza
con la Danzatrice
divenuta Syrena Partenia.
(le Sirene Donne-Uccello dal canto in-cant-evole, sono Spiriti Guida,
nel loro culto autoctono tra la Costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina,
sino a Napoli, originariamente Partenope, appunto).

Print Friendly, PDF & Email