Home Toscana Regione Toscana Saccardi a Bruxelles: ‘Grande opportunità per Toscana e cittadini’

Saccardi a Bruxelles: ‘Grande opportunità per Toscana e cittadini’

443
Stefania Saccardi a Bruxelles


Download PDF

L’Assessore al diritto alla salute e al sociale della Regione Toscana incontra la stampa

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Per me è molto importante essere qui oggi per ascoltare cosa si muove a livello europeo e dare anche un contributo di conoscenza e di esperienza.

Per cercare di capire come possiamo essere più in linea con gli obiettivi europei e riuscire anche a intercettare risorse che possano servirci per migliorare i nostri sistemi. Credo che essere qui sia nostro dovere, ma anche una grande opportunità per la nostra Regione, per i nostri cittadini.

È quanto ha detto oggi, 28 novembre, nell’incontro con la stampa l’Assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi, a Bruxelles oggi e domani per una serie di incontri istituzionali e per partecipare, domani, al Summit europeo sulla salute.

Ha sottolineato Stefania Saccardi:

Oggi qui abbiamo anche la possibilità di far vedere che il nostro Paese non è tutto uguale, che ci sono Regioni che nell’Europa credono e che per l’Europa lavorano.

È doveroso essere qua, prima di tutto perché siamo tra quelli che ritengono l’UE un’opportunità per il nostro Paese: non una difficoltà, non un inciampo, ma una grande opportunità politica, e anche perché in questo periodo si discute di quella che sarà la programmazione dei Fondi europei nel periodo dal 2020 in poi e quindi è importante oggi gettare le basi di quelle che saranno poi le scelte di come destinare le risorse.

È in questo periodo che vengono definite priorità e bisogni per dare anche qualche indicazione ai nostri rappresentanti a livello europeo dei bisogni della nostra regione e quindi dei filoni che per noi sarebbe importante riuscire a intercettare, per migliorare i servizi che vengono dati ai nostri cittadini.

Grazie ai Fondi europei possiamo contribuire a rafforzare i nostri sistemai socio-sanitari. In questi anni i Fondi europei si sono tradotti sul nostro territorio anche in aiuti concreti per persone disabili e vulnerabili e in servizi di prossimità.

Qui in questi giorni si gettano le basi per quella che sarà la programmazione del prossimo periodo, dal 2020 in avanti: la attueremo nelle legislature successive, ma oggi ne stiamo identificando gli obiettivi, i filoni, le materie, i settori principali e quindi è importante esserci, portare l’esperienza e anche i bisogni della nostra terra.

È convinzione profonda della nostra Regione che si cresce bene se si cresce un po’ tutti, in base ai principi di solidarietà e di comunità: crescere insieme attraverso le proprie esperienze e competenze. La nostra è una Regione che nel campo della sanità e delle politiche sociali è all’avanguardia e può mettere le proprie esperienze, il proprio know-how, le proprie competenze anche a disposizione di una crescita collettiva.

Nel suo incontro con i giornalisti, Stefania Saccardi ha toccato alcuni degli aspetti fondamentali della sanità:

Importante l’aspetto della ricerca, della sanità digitale, per mettere i servizi anche a disposizione dei territori più lontani. La vera sfida della sanità del futuro è quella della compatibilità tra la sostenibilità e l’innovazione e la qualità si gioca anche e soprattutto sui territori.

Come decisori politici e amministratori, noi abbiamo il grande compito di garantire la qualità e la sostenibilità dei nostri sistemi: vuol dire riuscire a fare un uso corretto delle nuove tecnologie, che naturalmente non possono sostituire l’opera dell’uomo, soprattutto nel campo della ricerca e dell’assistenza, ma che sono strumenti pensati per riuscire a garantire l’assistenza e la presenza del nostro sistema anche nei luoghi più lontani della nostra regione, laddove è più difficile far arrivare tecnologie, know-how.

Avere la possibilità di una rete che trasporti i servizi in ogni parte della regione, anche nelle parti più lontane, anche nelle zone montane e insulari, credo che questa sia una delle finalità più importanti dello sviluppo e della crescita tecnologica e informatica. È giusto che l’UE su questo faccia una scommessa importante, perché è sicuramente uno strumento che consente di dare servizi a tutti, in qualunque zona della nostra regione e del nostro paese vivano.

Print Friendly, PDF & Email