Home Lombardia Regione Lombardia Regioni chiedono incremento PNRR e fondi UE causa guerra e caro energia

Regioni chiedono incremento PNRR e fondi UE causa guerra e caro energia

291
Gallera


Download PDF

Presidente Commissione Bilancio Giulio Gallera: ‘Regioni concordi sugli strumenti per l’utilizzo ottimale delle risorse comunitarie e per chiederne incremento causa guerra e caro energia’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio regionale della Lombardia.

Un’ampia convergenza da parte delle Commissioni regionali su temi di primaria importanza legati all’utilizzo ottimale delle risorse della Programmazione Comunitaria 2021/2027 e del PNRR.

Le Regioni italiane sono concordi sugli strumenti per l’utilizzo ottimale delle risorse comunitarie e per chiederne l’incremento a causa della guerra e del caro energia.

Lo sottolinea il Presidente della Commissione Programmazione e Bilancio della Regione Lombardia Giulio Gallera, al termine alla seduta del Coordinamento dei Presidenti delle Commissioni per le Politiche Europee delle Assemblee legislative riunitosi in Calabria nella sede della ‘Cittadella regionale’ a Catanzaro.

A fare gli onori di casa Roberto Occhiuto, Presidente della Regione Calabria, che ha introdotto i lavori del Coordinamento presieduto da Piero Mauro Zanin, Presidente del Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia e delegato per il Coordinamento per le Politiche europee della Conferenza delle Assemblee legislative regionali.

Ha spiegato il Presidente Gallera:

Abbiamo condiviso la necessità di sostenere e supportare i Comuni, soprattutto quelli più piccoli nell’elaborazione dei bandi, attraverso qualificate competenze tecniche e professionisti preparati.

Ogni singolo euro messo a disposizione dai Programmi Comunitari e del PNRR dovrà essere tradotto in opere e interventi sui territori, a beneficio delle comunità locali.

Particolarmente importante è stato l’atteggiamento assunto da tutti i rappresentanti del Coordinamento regionale sulla necessità di integrare o rimodulare i finanziamenti europei al fine di garantire una risposta concreta a cittadini e imprese in relazione al ‘caro energia’, alla difficoltà di reperire materie prime per le produzioni a prezzi ragionevoli e alla crisi economica determinata dalla guerra in Ucraina.

Il Coordinamento ha condiviso inoltre l’idea di intraprendere una proposta di legge per normare l’applicazione dei fondi del PNRR a partire dalle iniziative prioritarie regionali nell’ambito del programma di lavoro della Commissione europea 2022, raccolte in un dossier che è stato recepito dai partecipanti e sarà consegnato ai rappresentanti del Parlamento.

Print Friendly, PDF & Email