Home Territorio Una nuova gemma letteraria: ‘Simposio manageriale’

Una nuova gemma letteraria: ‘Simposio manageriale’

996
Presentazione Simposio manageriale


Download PDF

Presentato a la Feltrinelli di Napoli il nuovo libro di Francesco Donato Perillo

Ieri 4 ottobre, ore 18:00, presso la Libreria “La Feltrinelli Libri e Musica” di piazza dei Martiri in Napoli, si è tenuta la brillante presentazione dell’ultimo libro del Prof. Francesco Donato Perillo dal titolo “Simposio Manageriale”, edito da “Editoriale Scientifica”.
Ad introdurre la numerosa platea al “viaggio culturale” intrapreso fra le pagine del testo, è il dr. Enzo D’Errico, Direttore del “Corriere del Mezzogiorno”, che esordisce descrivendo le caratteristiche personali e stilistiche dell’Autore, raccontando di un uomo che possiede entusiasmo e che adotta uno stile di scrittura semplice e lineare e che soprattutto è riuscito a conservare l’umiltà nell’approccio ai temi trattati e nel proprio lavoro quotidiano.

Il dr. Errico descrive, a grandi linee, la trama dell’opera, di cui evidenza una sorta di “leggerezza calviniana”, e con cui l’Autore prende un genere letterario, il “Simposio di Socrate” appunto, e ci “gioca da dentro”.

La parola passa al Prof. Luigi Maria Sicca, Ordinario di Organizzazione Aziendale all’Università Federico II di Napoli, che abilmente si addentra in una vera e propria disamina tecnica del volume, fornendo ai presenti elementi peculiari del libro di Perillo, affrontando il tema della crisi economica internazionale, il funzionamento dei meccanismi che mettono in moto l’Economia del Paese e la capacità di ogni individuo di avere uno sguardo nel lungo periodo, analizzando e confrontando il passato ed il futuro, al fine di dare una lettura più comprensiva della crisi che affligge l’Italia, e non solo, dal 2008.

Il prof. Sicca asserisce:

La classe dirigente non devo optare solo per scelte urgenti, ma deve imparare ad aspettare.

La serata è intervallata dalle piacevoli letture dello straordinario Enzo Salomone, che interpreta, impeccabilmente, alcuni brani del testo di Perillo.

Arriva il momento del Prof. Aldo Masullo, nome ben noto negli ambienti accademici, letterari e giuridici che ha curato anche la prefazione del testo.
Il Prof. Masullo si aggancia perfettamente ad alcune frasi lette da Salomone qualche attimo prima.

…non potete ispirare gli altri se prima non ispirate voi stessi…
…vuoi essere come gli altri desiderano, oppure diventare consapevolmente di ciò che sei?…

Facendo un magistrale “salto” fra i letterati del passato, il Prof. Masullo illustra una sorta di dicotomia fra

non esistono i fatti, ma l’interpretazione dei fatti e non esiste l’interpretazione dei fatti, bensì esistono i fatti.

L’interpretazione concerne il rapporto tra le persone e ciò che di loro lasciano.
Il tempo non esiste, esiste la vita.

E con queste affermazioni, in stile chiaro e al contempo aulico, il noto docente racconta del testo di Perillo, fra l’altro suo ex studente universitario, descrivendo che il tempo, in merito al libro, divide la storia in due grandi blocchi: quello della civiltà antica da cui proveniamo ed il 1964, anno in cui il dr. Adriano Olivetti, citato nel libro, ideò e produsse il primo pc portatile, “Elea”, che purtroppo, proprio mentre l’Italia si stava trasformando, affacciandosi ad un glorioso futuro tecnologico, l’azienda Olivetti fu costretta a vendere agli americani, un anno dopo.

Dove erano i politici del tempo?
Dov’erano i centri intellettuali?
Dov’era la classe dirigente?

Fra lo stupore e la meraviglia dei presenti, il Prof. Masullo descrive lo stile letterario di Perillo, inserendolo in un contesto di “discussione teatralizzata”, e lasciando inoltre emergere le caratteristiche e le peculiarità che dovrebbe avere il manager di oggi: capacità di adattarsi all’imprevisto, la resilienza, il non appiattirsi ai modi di pensare correnti ed abituali.

In conclusione, dopo la magistrale relazione del Prof. Masullo, la parola è data all’Autore che, con chiarezza e semplicità, affronta il tema dell’individuazione della personalità di ogni componente che presta il proprio lavoro in azienda. Correttezza e rispetto dell’autonomia dell’altro, secondo lo stile organizzativo anglosassone.

Il problema del declino in Italia è dovuto al modo in cui le persone gestiscono le cose

Secondo l’Autore di “Simposio Manageriale” è necessario tirare fuori dalle persone la propria identità motivandole sul lavoro, e formandoli secondo le loro specifiche attitudini.

Il fine del mio libro è quello di portare filosofia umanistica nelle aziende e dare la parola a chi lavora per esse, invitando ognuno di loro che si affaccia alla formazione professionale, con una sorta di “raccontami di te”.

Simposio Manageriale

Print Friendly, PDF & Email
Antonio Masullo

Autore Antonio Masullo

Antonio Masullo, giornalista pubblicista, avvocato penalista ed esperto in telecomunicazioni, vive e lavora a Napoli. Autore di quattro romanzi, "Solo di passaggio", "Namastè", "Il diario di Alma" e "Shoah - La cintura del Male".