Home Territorio Grande successo per mostra presepi d’artista a Rivoli Boutique Hotel

Grande successo per mostra presepi d’artista a Rivoli Boutique Hotel

402
Presepe


Download PDF

Chiara Caridi: ‘Un grande successo. Rivivere le nostre tradizioni con uno sguardo aperto sull’attualità per costruire un futuro migliore’

Riceviamo e pubblichiamo.

5.800 presenze ed €4.500,00 donati alla la Fondazione Tommasino Bacciotti. Si è chiusa così l’ottava edizione della mostra dei presepi d’artista del Rivoli Boutique Hotel di via della Scala a Firenze, inaugurata lo scorso 8 dicembre con Padre Bernardo, abate di San Miniato al Monte.

In tanti, fiorentini e turisti, hanno potuto ammirare nelle eleganti sale dell’ex convento francescano del XIV secolo le raffigurazioni della Natività finemente ricostruite, alcune anche con chiari riferimenti a vicende che hanno segnato gli anni appena passati.

Come la riproduzione del Ponte Morandi, un omaggio alle vittime e insieme un monito per tenere alta l’attenzione su un tema drammaticamente attuale.

Sono state esposte opere monumentali, come il maxi presepe lungo 3 metri e profondo 1,60 di Claudio Ladurini, artista originario di Fiumalbo, in provincia di Modena. I suoi lavori, piccoli o grandi che siano, sono creazioni originali e ricercate, creati per far riflettere più che sorprendere.

Nella ricostruzione della nascita di Gesù si potevano scorgere, tra gli altri, chiari rimandi a questione sociali attuali come i migranti, il Papa e la tecnologia che conquista sempre più spazio nel nostro mondo.

Come l’anno scorso, la mostra è entrata nel più grande progetto ‘Metti un presepe in Vetrina’ promossa dai laici del vicariato di San Giovanni che ha coinvolto le attività e le botteghe del centro.

Grande successo anche per il Villaggio di Babbo Natale, ideato e realizzato da Salvatore Sciuto, con giochi di luci, strutture in movimento e uno spettacolare vulcano in attività.

Commenta Chiara Caridi, General Manager del Rivoli Boutique Hotel:

Un successo di pubblico che premia il nostro impegno e ci riempie di orgoglio, un’occasione per unirci a tutti i visitatori nell’importante supporto che possiamo dare alla Fondazione Bacciotti a cui devolviamo integralmente tutte le donazioni dei visitatori integrandole con la nostra personale.

Quest’anno la presenza di Padre Bernardo è stata per noi un grande onore che ha sottolineato l’importanza che la tradizione del presepe riveste per ognuno di noi.

Il filo conduttore ispiratore della nostra mostra è di trovare in ogni presepe profondi spunti di riflessione, come in quello speciale dedicato alle vittime del Ponte Morandi realizzato per “non dimenticare”, per l’importanza della memoria, affinché eventi terribili come quello accaduto portino con sé le basi di riflessione per costruire un futuro migliore. Crediamo sia di grande importanza rivivere le nostre radici con lo sguardo aperto verso l’attualità.

Il nostro impegno nel divulgare le nostre tradizioni ogni anno si rinnova con sempre più energia e desiderio di portare all’attenzione di tutta la città e dei nostri clienti la bellezza di opere che sono un concentrato di creatività e di artigianalità. Adesso l’obiettivo per l’anno prossimo è quello di superare le 6.000 presenze.

Print Friendly, PDF & Email