Home Territorio ‘Giuanin. L’uomo che scappava verso se stesso’, presentazione libro

‘Giuanin. L’uomo che scappava verso se stesso’, presentazione libro

752
'Giuanin. L'uomo che scappava verso se stesso' di Pasquale Vitale


Download PDF

Il 26 marzo a Napoli

Riceviamo e pubblichiamo.

Un racconto a cui si fa fatica a credere. Quella di ‘Giuanin. L’uomo che scappava verso se stesso’ è una storia vera, a metà tra il romanzo picaresco e il trattato esoterico.

Il libro di Pasquale Vitale, pubblicato dalla casa editrice indipendente Bagarì Edizioni, già acquistabile nello Store di Bagarì da febbraio 2019, sarà presentato al pubblico partenopeo in anteprima martedì 26 marzo, durante un lungo evento artistico – multidisciplinare, dalle ore 18:00, presso il Portico340, via Tribunali, 340.

La manifestazione nasce per presentare il suggestivo e toccante lavoro di Vitale ed è organizzata da Bagarì Edizioni, Cooperativa Sociale La Fenice ONLUS, Roberto Ormanni & il Quartet e Portico 340.

Il libro
‘Giuanin’ nasce dalla collaborazione tra il collettivo Hey, Pachuco!, fondatore di Bagarì Edizioni, e Cooperativa Sociale “La Fenice” Cava de’ Tirreni (SA).
Il 13 maggio 1978, in Italia viene approvata la Legge Basaglia e i manicomi vengono chiusi. La vicenda di ‘Giuanin’ prende luogo nel manicomio di Collegno, dove quest’ultimo, Vittorio e tanti altri “personaggi” non sono che persone sole, disabituate all’espressione di sé a causa dell’isolamento. Pasquale, invece, è viaggiatore e artista di strada, ricercatore del senso dell’occulto, e sceglie di sua spontanea volontà di recarsi a Collegno per condividere la propria arte e il pane con i “pazzi”.

Attraverso linee di colore, rappresentazioni animali e paesaggistiche, l’artista apre le mura del manicomio ai suoi inquilini e stringe con Giuanin un rapporto d’amicizia autentico, che sconvolge le loro vite e li unisce per sempre. In questa storia l’arte non è una forza salvifica, ma è una spinta in grado di restituire umanità nella dimensione del viaggio, nell’esperienza del contatto diretto con le persone, nella libertà dalle costrizioni sociali e d’interesse.

‘L’uomo che scappava verso se stesso’ è un libro che avvince e commuove, fa riflettere e agghiaccia, portando il lettore a filo sul limite tra il noto e l’ignoto, la luce e l’oscurità. Con le illustrazioni dell’autore, ad accompagnare la lettura, Vitale riesce a dar vita a un percorso iniziatico, una strada alla scoperta del proprio io “superiore” attraverso l’esplorazione simbolica della malattia mentale.

Spiega Pasquale Vitale:

Il mio libro nasce da diverse necessità, ad esempio quella di dare una testimonianza del mio passato infatti il libro è nato ad un punto della mia vita in cui ho chiuso un ciclo di esperienze per darne vita ad un altro. Questa esperienza di scrittura è sicuramente preparatoria a ciò che scriverò in futuro.

L’autore
Pasquale Vitale vive a Cava de’ Tirreni (SA). Collabora con la Cooperativa Sociale “La Fenice”, supervisionando il laboratorio di espressione creativa del segno e del colore. Pittore esoterico e “madonnaro”, alchimista da cinquant’anni, ha dedicato la sua vita alla ricerca dell’essenziale spirituale delle cose e, attraverso l,arte, a indagare sulla mente umana. Dopo aver lasciato gli studi in giovane età, ha inventato il “laboratorio sperimentale del segno e del colore sul disagio psichico” nel manicomio di Collegno degli anni Ottanta, lo stesso laboratorio portato avanti, ad oggi, con La Fenice e Bagarì Edizioni.

Il programma del 26 marzo
18:00 – 20:00: Mostra delle creazioni artistiche del laboratorio di espressione creativa del segno e del colore della Cooperativa Sociale “La Fenice” Cava de’ Tirreni, supervisionato da Pasquale Vitale.
20:00 – 21:00: Presentazione del libro ‘Giuanin. L’uomo che scappava verso se stesso’ con: l’autore Pasquale Vitale, l’editore di Bagarì Edizioni Marco Di Mauro e il Direttore, Vincenzo Galdi, della Cooperativa Sociale “La Fenice” Cava de’ Tirreni.
21:00 – 22:00: Reading dal libro e performance teatrale-musicale dei ragazzi della Cooperativa Sociale “La Fenice” Cava de’ Tirreni.
22:00 – 00:30: Concerto di Roberto Ormanni & il Quartet + performance “pira-poetica” del collettivo Hey, Pachuco!

Bagarì Edizioni
Casa editrice indipendente. Dalla narrativa contemporanea ai classici inediti, ricerca continua per una simbiosi armonica tra illustrazione e parole. Bagarì nasce a Napoli nel 2018. Nei tempi sospetti in cui “la morte del libro” pare essere sulla bocca di tutti, questa giovane realtà scommette sul fatto che si tornerà al libro come strumento d’indagine e comprensione del mondo, di conoscenza e di creatività. Le scelte editoriali di Bagarì si rivolgono a generi diversi, da testi attenti alle più disparate tematiche sociali, alla ricerca e recupero di grandi classici inediti, tutti legati e caratterizzati da una grande cura delle illustrazioni e un forte legame con il territorio.

Oltre ‘Giuanin. L’uomo che scappava verso se stesso’ di Pasquale Vitale, la casa editrice ha già pubblicato altri due libri: ‘Phula’ di Eleonora Castagna e Michela Citro e ‘Lettera al ministro degli interni’ di Michele Di Mauro.

I partner
La Cooperativa Sociale “La Fenice” Cava de’ Tirreni si occupa da più di 10 anni di reintegrare nel tessuto sociale le persone che sono state internate in centri di igiene mentale, sottoposte a TSO o in cura psico-farmacologica. Insieme a Bagarì Edizioni e il collettivo Hey, Pachuco!, ha messo su un laboratorio di Arti Visive, supervisionato dal maestro Pasquale Vitale, nato allo scopo di disciplinare, armonizzare, liberare il canale creativo nei disagiati psichici, così da aprirgli una porta verso il mondo esterno e il contatto con gli altri.

Portico340 è un bistrot letterario situato in via Tribunali. Location impegnata da oltre 6 anni alla promozione e sostegno dell’arte e la cultura nel centro storico di Napoli, ospita mostre di artisti emergenti ed espone libri di piccoli editori. ‘Giuanin. L’uomo che scappava verso se stesso’ di Pasquale Vitale, sarà venduto lì in anteprima, dal 26 marzo al 5 aprile, per poi approdare nelle altre librerie.

Roberto Ormanni & il Quartet, Enrico Valanzuolo tromba; Francesco Fabiani chitarra; Antonio Barberio contrabbasso; Eugenio Fabiani batteria, è un gruppo musicale napoletano, vincitore nel 2015 del concorso indetto dalla casa discografica indipendente Apogeo Records. La band guidata da Roberto Ormanni, napoletano classe ’93 che inizia a muovere i primi passi nella musica d’autore tra il 2009 e il 2010, nel 2015 pubblica online tre videoclip, registrati negli studi napoletani Jam Music Factory, e ancora nello stesso anno Ormanni vince la “Caserta Songwriters Night”.

Print Friendly, PDF & Email