Home Territorio ‘DispariSpari’, nuovo singolo dei Moostroo

‘DispariSpari’, nuovo singolo dei Moostroo

1215


Download PDF

Disponibile dal 9 dicembre

Riceviamo e pubblichiamo.

Esce oggi, 9 dicembre, ‘DispariSpari’, il singolo che segna il ritorno dei Moostroo, storica rock band bergamasca che annuncia la pubblicazione del nuovo album.

Narcisismo, egomania, aggressività, menzogna, sono strategie di sopraffazione all’interno di un conflitto. Amplificano l’immagine di sé rispetto alla realtà, rendendoci sovradimensionati, sovraesposti, fortificati.

Nei fatti si è solo «spostati altrove», nell’illusoria idea di un ordine verticale delle cose accanto a chi digrigna i denti rabbiosamente mantenendosi superficialmente pacifico.

All’interno ogni cosa ribolle, pronta a innescare una conflittualità necessaria per ristabilire l’equità rivendicata dalla geometria orizzontale, a giorni dispari.

Sono passati 5 anni dall’ultima pubblicazione, poche settimane da ‘Apparenza’, il singolo del risveglio della band da questo periodo in cui, volenti o nolenti, tutto si è fermato.

Il nostro modo di stare al mondo ci ha portato ad approfittare della congiuntura nefasta, per dirottare l’energia in nuove produzioni musicali.

In buona sostanza non siamo stati con le mani in mano, nonostante tutt’attorno stessero crollando le strutture che avrebbero potuto sorreggere una nostra nuova avventura.

Nulla di atipico per tutti quelli che come noi hanno una viscerale passione per l’espressione creativa e gestiscono il progetto in completa indipendenza, semplicemente ci siamo messi a ribollire sotto la superficie.

Ora ci troviamo in mano un bel tesoro costituito da nuovi pezzi, ciascuno pensato come un singolo, ciascuno dotato di una propria identità.
Moostroo

I Moostroo sono Dulco Mazzoleni, voce e chitarra classica distorta, Francesco Pontiggia, basso a due corde, e Igor Malvestiti, batteria essenziale ed elettronica. Il suono che ne viene fuori è a tratti grezzo e poderoso senza diventare muscolare e grottesco e a tratti aereo e onirico, spesso denso di passionalità.

Etichetta: Do INK Yourself

Bio

Il trio Moostroo conta vent’anni sui palchi fuori e dentro le province d’Italia – hanno suonato anche in Argentina, Francia, Spagna, Slovenia, Kosovo – come parte dei Jabberwocky, storica patchanka band di buskers orobici.

Indole di strada ironica e beffarda, ma pronta a fare a botte con la serietà dei temi cantati e un centinaio di concerti alle spalle.

I concerti arrivano subito e con essi anche un primo EP a nome Dulco Klo Charm. Il cambio di nome coincide con la lavorazione del primo vero disco. Si tratta dell’omonimo ‘Moostroo’ pubblicato nel 2014, rigorosamente autoprodotto – “come un autocomplotto” ama dire la band – si avvale della produzione di Stefano Gipponi de Le Capre A Sonagli, il quale insieme al trio ha scelto un suono assai prossimo alla realtà, con pochissima post-produzione e alcune fantasmagorie. Il disco racconta la deformità morale ed esistenziale della provincia e di chi la vive.

Nel 2016 autoproducono il secondo disco, ‘Musica per adulti’. Un disco denso d’amore viscerale, uno sguardo trapassato sull’eterna contemporaneità della relazione sentimentale, particolarmente concentrato su una certa carnalità finalizzata al godimento, tutto il resto è un rigurgito del male del mondo che il Moostroo canta per esorcizzarsi.

In continuità con il precedente disco, emerge una certa mostruosità sentimentale: quella a distanza ravvicinata. La musica è energica, quadrata e scolpita con dedizione, articolata equilibrando i tre strumenti in modo minimale, dinamico e vibrante con scatti di nervi.

Al disco partecipano Leonardo Gatti al violoncello, Giuseppe Falco alla chitarra di Ostinato Amore e Luca Barachetti che canta in Usura, di cui è anche autore del testo. La regia della produzione artistica è di Francesco Pontiggia.

Il trio si occupa anche di produrre i propri videoclip. ‘Meteora’ ha riscosso importanti riconoscimenti nel circuito internazionale dei video di animazione.

Print Friendly, PDF & Email