Home Lombardia Regione Lombardia Consiglio regionale Lombardia: mozioni discusse seduta 13 aprile 2021

Consiglio regionale Lombardia: mozioni discusse seduta 13 aprile 2021

641
Palazzo Pirelli


Download PDF

Approvate 9 mozioni, di cui 3 urgenti

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Consiglio Regionale della Lombardia.

Nella seduta odierna il Consiglio regionale ha approvato nove mozioni, tre delle quali urgenti.

Aperture di piscine, palestre e centri di danza
Aprire piscine, palestre e centri di danza, consentendo di poter vaccinare al proprio interno il personale e l’utenza tramite i medici con cui collaborano. Lo chiede la mozione presentata da Franco Lucente, FdI, approvata a larga maggioranza, che impegna la Giunta a sollecitare il Governo affinché prenda rapidi provvedimenti in tal senso. Approvato anche un emendamento illustrato dal Consigliere Gianmarco Senna, Lega, che allarga il perimetro delle categorie oggetto di apertura “a tutte le attività che possono riaprire” in condizioni di sicurezza.

Interlocuzione con il Governo per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
Il Consiglio ha approvato, con la sola astensione del gruppo M5S, una mozione proposta da Michele Usuelli, +Europa, e firmata anche da Niccolò Carretta, Azione, ed Elisabetta Strada, Lombardi Civici Europeisti. La mozione ripropone il tema delle osservazioni al capitolo 6, che riguarda la salute, del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Il Piano, che deve essere predisposto entro il 30 aprile, è lo strumento che declina i progetti per accedere ai fondi di Next Generation EU, il piano UE per la ripresa.

La mozione chiede di avviare con la massima urgenza l’interlocuzione col Governo in modo da contribuire in maniera fattiva all’approvazione di un documento “che sappia dare risposte ai bisogni dei cittadini, almeno sugli aspetti di politica sanitaria”. Il documento fa riferimento anche all’ordine del giorno 1811, approvato dal Consiglio il 31 marzo scorso, in occasione della Sessione europea.

Superbonus 110%
Prorogare di altri 3 anni, sia per gli edifici pubblici che privati, il Superbonus 110% ma al tempo stesso semplificare le procedure e chiedere al Governo di rafforzare la campagna di comunicazione avviata con l’entrata in vigore della misura in modo da fornire a cittadini e imprese informazioni utili e complete. È quanto chiede una mozione presentata dalla Lega, prima firmataria Simona Pedrazzi, integrata con emendamenti da parte del Consigliere Angelo Orsenigo, PD, e dell’Assessore all’Ambiente Raffaele Cattaneo, e approvata oggi dal Consiglio regionale.

Il documento evidenzia anche la necessità che l’Agenzia delle Entrate collabori con gli Enti interessati affinché vengano organizzati appositi incontri formativi, la Giunta ha già avviato momenti di confronto e approfondimento, ha sottolineato Cattaneo, e il coinvolgimento di Finlombarda affinché metta in campo tutte le risorse e strumenti a propria disposizione per agevolare la cessione del credito d’imposta.

Elisoccorso Valtellina
Garantire h24 l’operatività del soccorso per l’Alta Valtellina e al tempo stesso reclutare più medici per le emergenze per tutte le aree montane svantaggiate. È l’atto di indirizzo del Consiglio regionale che oggi ha approvato una mozione del PD, primo firmatario il Vice Presidente dell’Assemblea regionale Carlo Borghetti, che ha messo al centro del dibattito la carenza di personale per garantire il servizio con l’elisoccorso nelle ore notturne.
La mozione impegna la Giunta a relazionare la Commissione Sanità entro il 31 luglio del 2021 sull’implementazione dei servizi di auto medica h24 a Bormio e presso la base di Sondrio, Caiolo e per l’ambulanza dislocata presso l’Ospedale di Morbegno.

Corsi di formazione professionale
Corsi di formazione professionale per i lavoratori in cassa integrazione operanti nei settori produttivi maggiormente colpiti dalla crisi. È l’impegno rivolto alla Giunta dalla mozione presentata da Giulio Gallera, FI, e approvata a larga maggioranza, che chiede di fare una ricognizione del mondo produttivo lombardo e italiano per selezionare i settori con maggiori capacità di crescita e stimare i fabbisogni di formazione del personale.
Il documento sollecita di conseguenza a finanziare e sostenere corsi di formazione professionale non solo per formare il lavoratore per il futuro ma anche per favorirne la permanenza nel mondo del lavoro e stimolarlo dal punto di vista psicologico, non facendolo sentire ai margini del sistema lavorativo.

Piano triennale per aumentare le aree verdi
Valorizzazione dei boschi e dei sistemi verdi: il Consiglio ha approvato all’unanimità una mozione proposta dal Partito Democratico e illustrata da Matteo Piloni, che parte dalla consapevolezza che “la salute dell’uomo non può prescindere da quella dell’ambiente”.

Il documento invita la Giunta a prevedere un piano triennale orientato a questo scopo, che consenta di “mettere radici” per una ripartenza sostenibile, anche per ridurre le emissioni atmosferiche di gas serra entro il 2050 e limitare l’inquinamento atmosferico.
La mozione chiede di aumentare a questo scopo le risorse disponibili del bilancio di previsione 2021/23.

Il documento chiede anche di introdurre, in collaborazione con ERSAF, delle modalità per riconoscere il pagamento dei servizi ecosistemici ai privati che decidessero di piantumare delle zone o realizzare aree umide e di assegnare ai Comuni e agli enti gestori di aree protette le aree demaniali disponibili lungo i fiumi perché siano destinate alla formazione di nuovi boschi.

Vaccinazioni soggetti ad elevate fragilità e caregiver
Valutare la possibilità di individuare ulteriori linee vaccinali dedicate ai soggetti con elevata fragilità non in carico alle strutture ospedaliere e con disabilità grave, nonché agli stessi conviventi e caregiver al fine di consentire loro una rapida immunizzazione. Lo chiede la mozione urgente approvata all’unanimità in Consiglio regionale, presentata dal Partito Democratico, primo firmatario Fabio Pizzul, il cui dispositivo finale è stato oggetto di modifiche concordate con gli Assessori al Welfare Letizia Moratti e alla Famiglia e Solidarietà sociale Alessandra Locatelli.

Il documento impegna inoltre la Giunta regionale, in caso di persone in condizione di estrema vulnerabilità o disabilità, ad implementare ulteriormente le informazioni destinate ai medici di famiglia e a potenziare il servizio dei ‘Vax manager fragilità’ territoriali al fine di fornire informazioni univoche e, nei casi più gravi, poter consentire l’accesso alla prenotazione del vaccino.

Sostegno al settore turistico
Avviare un tavolo di confronto con gli stakeholder per predisporre un piano straordinario di promozione del settore turistico lombardo allo scopo di attrarre sul territorio regionale un numero sempre maggiore di turisti alla ricerca di mete suggestive e soprattutto ‘Covid-free’. Lo chiede la mozione urgente approvata all’unanimità e presentata dal gruppo Lega Nord, primi firmatari Roberto Anelli e Gianmarco Senna, che sollecita anche una serie di azioni concrete a supporto del piano, tra cui la sottoscrizione di appositi protocolli di collaborazione con i principali vettori aerei e le principali compagnie di trasporto su ferro e gomma affinché vengano offerte condizioni vantaggiose per i turisti italiani e stranieri.

Il documento sollecita inoltre il Governo nazionale a impegnarsi in ambito europeo perché vengano emanate regole comuni per gli spostamenti turistici, perché venga effettuata una chiara e definitiva programmazione delle riaperture delle attività turistiche e perché vengano stilati appositi protocolli che certifichino la Lombardia come destinazione turistica sicura, sul modello di quanto fatto da altri Stati UE.

Vaccinazioni prioritarie per i biologi
Attivarsi affinché i biologi siano autorizzati da subito a partecipare alle attività di somministrazione dei vaccini anti-Covid e i laboratori di analisi cliniche accreditati con il Servizio Sanitario Nazionale e dotati di personale sanitario opportunamente formato, siano anch’essi inseriti su base volontaria nella rete dei centri vaccinali lombardi. È la richiesta avanzata alla Giunta e contenuta nella mozione urgente approvata questa sera all’unanimità, presentata dal gruppo Fratelli d’Italia e sottoscritta da numerosi Consiglieri regionali di maggioranza e minoranza, Barbara Mazzali prima firmataria.

Mozioni respinte
La costituzione di parte civile di Regione Lombardia in vista dell’udienza del 15 aprile relativa al processo instaurato nei confronti del Presidente della Fondazione Film Commission, imputato di peculato, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e reati tributari per l’acquisto di un immobile in Cormano; assicurarsi che le indicazioni dei Revisori dei Conti relative a società ed enti del Sistema Regionale non vengano disattese; far eseguire audit sulle partecipate a cominciare dalla centrale acquisti ARIA “per accertare che non si verifichi il problema di fidejussioni esauste o inutili”.

Sono queste alcune delle richieste al Presidente di Regione contenute nella mozione presentata dai Consiglieri del Movimento 5 Stelle e relativa agli adempimenti previsti dal Collegio dei Revisori dei Conti in seguito alla individuazione di criticità nella gestione delle società del sistema regione. La mozione, illustrata da Monica Forte, è stata respinta a maggioranza con votazioni su parti separate. A puntualizzare la posizione della Giunta sui singoli punti del lungo documento di sette pagine è intervenuto in Aula il Sottosegretario Marco Alparone.

Una sintesi della trattazione di interrogazioni e interpellanze è consultabile dalla home page di www.lombardiaquotidiano.com.

Print Friendly, PDF & Email