Home Toscana Regione Toscana Approvato progetto per valorizzazione Val di Bisenzio

Approvato progetto per valorizzazione Val di Bisenzio

317
Val di Bisenzio


Download PDF

Dichiarazione dell’Ass. Ciuoffo

Riceviamo e pubblichiamo da Agenzia Toscana Notizie.

Un progetto per la valorizzazione della Val di Bisenzio. È l’obiettivo del protocollo d’intesa, approvato dalla giunta regionale nell’ultima seduta, che firmeranno Regione, Comune di Cantagallo, Comune di Vaiano, Comune di Vernio e Unione dei Comuni della Val di Bisenzio. La delibera è stata presentata dall’Assessore regionale al turismo e alle attività produttive Stefano Ciuoffo.

Ha spiegato Ciuoffo:

Si tratta di un’area con caratteristiche proprie in termini di sviluppo socio – economico, dove storicamente operano imprese del distretto tessile pratese nel fondo valle a fianco di attività turistico – ricettivo nelle zone alte e più recentemente con produzioni specifiche del settore agroalimentare.

Un territorio peculiare anche riguardo alla sua collocazione: al confine con l’Emilia Romagna, regione con la quale intrattiene un flusso continuo di scambi, relazioni e integrazione. Un’Area interna con caratteristiche geografiche, morfologiche e sociali eterogenee, in un contesto di perifericità e al tempo stesso di frontiera, in grado di sfruttare i processi di trasformazione che l’hanno interessata per produrre opportunità di rigenerazione economica.

Il protocollo punta a dar vita ad un percorso condiviso per valorizzare le risorse proprie, a riqualificare il territorio e migliorarne l’accessibilità. Vogliamo promuovere e salvaguardare i valori identitari di questa comunità e favorirne uno sviluppo equilibrato consolidando la competitività del sistema produttivo.

Il protocollo individua alcuni ambiti di intervento: miglioramento dell’accessibilità in termini di mobilità e infrastrutture, promozione e incremento dell’offerta turistica con azioni mirate di accompagnamento degli enti locali, sviluppo delle produzioni agro-alimentari, valorizzazione del patrimonio culturale e pianificazione urbanistica sovracomunale.

Le modalità di attuazione del Protocollo prevede la costituzione di due gruppi di lavoro congiunti Regione / Enti locali che lavoreranno all’elaborazione dei progetti che, ad esempio, per il tema dell’accessibilità individueranno gli interventi sulle infrastrutture stradali e ferroviarie esistenti, e le azioni per il miglioramento delle connessioni sia all’interno dell’Area che verso le principali arterie autostradali e le città di Prato e Bologna; gli interventi per l’interscambio modale, il potenziamento del trasporto pubblico locale su gomma e ferro, e quelli a sostegno della ciclabilità.

Dal punto di vista della promozione economica lavoreranno per l’individuazione delle priorità da perseguire nei campi di industria / artigianato, turismo / commercio agricoltura / sviluppo rurale.

Tra gli impegni della Regione c’è il coordinamento dei gruppi di lavoro e l’elaborazione di un progetto di promozione turistica integrato, con il supporto dell’Agenzia di Promozione Turistica, dell’ufficio di ambito area Pratese e di eventuali soggetti territoriali pubblici o privati.

La Regione si impegna anche per la promozione e valorizzazione dell’insediamento di nuove attività coerenti con le linee di sviluppo individuate dal protocollo e i Comuni e l’Unione dei Comuni si impegnano a predisporre le schede dei progetti e a realizzare la fase partecipativa della progettazione.

Print Friendly, PDF & Email