Home Territorio Estero Yemen: Coalizione smentisce notizia raid su carcere di Saada

Yemen: Coalizione smentisce notizia raid su carcere di Saada

280
Turki al-Malki


Download PDF

‘Notizia priva di ogni fondamento, riveleremo con i fatti la disinformazione dei media filo-Houthi riguardo al presunto obiettivo e alla sua posizione’

La Coalizione araba in Yemen ha smentito ufficialmente quanto diffuso nella serata di venerdì 21 gennaio dai media arabi che sostengono i ribelli Houthi circa un presunto raid aereo contro il carcere di Saada, nel nord del Paese.Il portavoce delle forze della Coalizione, il Henerale di Brigata Turki Al-Maliki, ha dichiarato che il Joint Forces Command della Coalizione ha indagato su quanto riportato da alcune agenzie di stampa dopo che la milizia Houthi, appoggiata dall’Iran, ha annunciato di un raid aereo sul carcere di Saada.

Secondo la versione dei ribelli, il bombardamento avrebbe colpito un centro di detenzione avvenuto all’alba di venerdì 21 gennaio provocando numerose vittime tra i detenuti che si trovavano al suo interno.

Le accuse avanzate dalla milizia Houthi alla Coalizione non sono corrette, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa saudita “SPA”.

Il comando delle forze congiunte della Coalizione ha comunque preso sul serio tali notizie ed ha avviato una revisione completa delle procedure post-azione secondo il meccanismo interno del comando. Al termine delle indagini è emerso che queste accuse non sono vere.

Quanto diffuso dalla milizia Houthi, appoggiata dall’Iran, riflette il suo consueto approccio ingannevole.

Il presunto obiettivo colpito non è stato mai inserito nelle liste dei non-targeting, NSL, secondo il meccanismo approvato con l’Ufficio per il Coordinamento delle Humanitarian Affairs in Yemen, OCHA, e non è stato segnalato al Comitato Internazionale della Croce Rossa, CICR, secondo gli standard stabiliti nelle disposizioni del diritto internazionale umanitario e le sue regole consuetudinarie relative ai centri di detenzione contenute nell’articolo 23 del la Terza Convenzione di Ginevra sui prigionieri di guerra, nonché le misure preventive ei segni di discriminazione in essa previsti.

Il Generale di Brigata Al-Maliki ha confermato che il comando della Coalizione informerà l’Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari nello Yemen e il Comitato internazionale della Croce Rossa sui fatti e dettagli, nonché sulla disinformazione mediatica praticata dalla milizia Houthi del presunto obiettivo.

Print Friendly, PDF & Email

Autore Redazione Arabia Felix

Arabia Felix raccoglie le notizie di rilievo e di carattere politico e istituzionale e di sicurezza provenienti dal mondo arabo e dal Medio Oriente in generale, partendo dal Marocco arrivando ai Paesi del Golfo, con particolare riferimento alla regione della penisola arabica, che una volta veniva chiamata dai romani Arabia Felix e che oggi, invece, è teatro di guerra. La fonte delle notizie sono i media locali in lingua araba per dire quello che i media italiani non dicono.