Home Rubriche Da Oriente a Occidente L’intransigenza del fanatico

L’intransigenza del fanatico

644
intransigenza


Download PDF

Riflettendo con K. Jaspers

Il fanatismo, si sa, è l’atteggiamento tipico di chi, con un’adesione incondizionata ad una causa, sia essa religiosa, sociale o politica, perde in toto il proprio senso critico e si persuade da solo dell’assoluta incontestabilità del suo ideale.
È spesso responsabile di manifestazioni di intolleranza, in piazza o nei social, fino ad arrivare anche al delirio paranoico.

Vediamo cosa ci dice Jaspers in merito al fanatismo religioso:

Alla volontà di verità assoluta, in cui il fanatico ripone la propria fede, succede la volontà di potenza e diventa disponibile a qualsiasi forma di lotta pur di difendere il proprio credo; un credo scambiato impropriamente per verità.

È così che anima il suo sentimento di superiorità, a cui subito si aggiunge il desiderio di combattere, prima verbalmente, e poi di distruggere.

L’apparente veracità diventa uno strumento al servizio dell’odio.

Chi crede di trovarsi nel possesso definitivo della verità non può più parlare veramente con un altro, perché interrompe la comunicazione autentica ponendola al servizio del proprio contenuto di fede.

Da ciò si deduce che sia del tutto inutile tentare di instaurare un dialogo con chi soffre di fanatismo.

Non c’è vero dialogo, bensì solo l’ossessivo e pedante tentativo di imporre le proprie verità assolute.

Resta aggiornato sui Programmi Gayatri 

Print Friendly, PDF & Email

Autore natyan

natyan, presidente dell’Università Popolare Olistica di Monza denominata Studio Gayatri, un’associazione culturale no-profit operativa dal 1995. Appassionato di Filosofie Orientali, fin dal 1984, ha acquisito alla fonte, in India, in Thailandia e in Myanmar, con più di trenta viaggi, le sue conoscenze relative ai percorsi interiori teorici e pratici. Consulente Filosofico e Insegnante delle più svariate discipline meditative d’oriente, con adattamento alla cultura comunicativa occidentale.