Home Territorio Si chiude con una sconfitta il 2019 della Cesport

Si chiude con una sconfitta il 2019 della Cesport

288
Cesport Italia - Gianjoli Photo


Download PDF

Alla Scandone il Nuoto Catania batte la squadra di casa per 12 – 7

Riceviamo e pubblichiamo.

Prova deludente per la Cesport Italia che saluta il 2019, con una sonora sconfitta: con una prova matura sabato 7 dicembre il Nuoto Catania passa alla Scandone di Napoli avendo ragione sugli avversari per 12 – 7, al termine di trentadue minuti in cui i partenopei hanno dimostrato un evidente calo rispetto alle prime tre uscite di campionato.

Poche soluzioni in attacco e troppi errori che gli avversari non hanno avuto difficoltà a sfruttare; il fatto che Cappuccio sia stato di nettamente il migliore la dice lunga sulla prestazione di quest’oggi dei gialloblù.

Dopo il vantaggio iniziale etneo la Cesport ha risposto poco dopo con Simonetti, poi il Catania ha preso il sopravvento chiudendo i primi otto minuti avanti per 4 – 1; già in fase di approccio i napoletani hanno dimostrato notevoli difficoltà soprattutto nella manovra offensiva, di contro le ripartenze catanesi hanno perforato più volte la difese gialloblù.
Secondo quarto con poche emozioni, l’unica rete la segna Andrey Kostiuchenkov che sfrutta tutta la sua forza fisica siglando di giustezza il meno due.

A parti invertite la Cesport torna in partita con una grande giocata di Mattiello che vale il 3 – 4, poi sale in cattedra Kostiuchenkov che prima conquista una superiorità numerica e subito dopo realizza la rete del 4- 4, purtroppo però il ritorno della Cesport rappresenta la sveglia per la squadra ospite che realizza tre gol in successione, fallendo inoltre un rigore neutralizzato da uno straordinario Cappuccio; Simonetti a pochi secondi dall’ultima frazione realizza la rete del 5 – 7 che tiene a galla la Cesport, priva però di Femiano, uscito per tre falli, negli ultimi otto minuti.

In apertura di quarto periodo il Catania realizza dai cinque metri la rete del più tre, subito dopo Simonetti manda sul palo il rigore del possibile meno due, spianando così la strada agli etnei che allungano fino all’11-5; Carrella realizza il primo gol con la calottina della Cesport, poi le squadre segnano una volta ciascuna con gol locale ancora di Simonetti.

Termina 12 – 7 per il Catania che torna in corsa per i playoff, la Cesport rimane penultima ad un punto, a meno tre dalla salvezza. Nulla è compromesso ma in queste cinque settimane la squadra dovrà a tutti i costi trovare le giuste motivazioni e la giusta amalgama per affrontare l’inizio del 2020.

Il campionato rimarrà fermo per cinque settimane, poi la Cesport tornerà in acqua sabato 11 gennaio ancora alla Scandone contro la Roma Vis Nova.

Cesport: Cappuccio, Kostiuchenkov 1, D. Mattiello 2, Polichetti, Bouchè, Ragosta, Simonetti 3, Barberisi, Esposito, Femiano, Centanni, D’Antonio, Carrella 1. All. Calvino.
Dgm Catania: Castorina, Generini, Ferlito 2, Polifemo, Scollo 1, Forzese, Torrisi, Scebba 2, Kacar 2, Privitera 3, Russo 2, Catania, Graziano. All. Dato.
Arbitri: Bensaia e Savarese.
Superiorità numeriche: Cesport 1/10, Catania 3/13 +1 rig.
Note: usciti per limite di falli Femiano, Cesport, nel terzo tempo. Nel terzo tempo Cappuccio, Cesport, para un rigore a Kacar, Catania. Nel quarto tempo Simonetti, Cesport, fallisce un tiro di rigore, palo.

Gianjoli Photo

Print Friendly, PDF & Email