Home Lazio Regione Lazio Leodori partecipa a inaugurazione Salone siti UNESCO a Roma

Leodori partecipa a inaugurazione Salone siti UNESCO a Roma

306
WTE UNESCO


Download PDF

Il 26 settembre a Palazzo Venezia

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa della Regione Lazio.

Al via il WTE UNESCO, Salone mondiale dei siti e città patrimonio mondiale UNESCO, che si terrà a Roma da giovedì 26 a sabato 28 settembre.

Organizzato da M&C Marketing Consulting in collaborazione con la Regione Lazio e con il Polo Museale del Lazio, il WTE UNESCO è patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, l’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale, ENIT, Confindustria, Federalberghi, Fiavet.

All’inaugurazione del Salone che si svolgerà giovedì 26 settembre alle ore 10:00 prenderanno parte, insieme agli organizzatori il Vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, il Sottosegretario al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Lorenza Bonaccorsi, il Direttore del Polo Museale del Lazio Edith Gabrielli, l’Assessore al Turismo di Roma Capitale, Carlo Cafarotti, l’Ambasciatore dell’Argentina in Italia, S.E. Tomàs Ferrari, l’AD di Invitalia Domenico Arcuri e il Presidente di Unioncamere Lazio Lorenzo Tagliavanti.

Nel 2019 saranno oltre 120 i siti UNESCO giunti da tutto il mondo per farsi conoscere e per promuovere un nuovo turismo culturale, sostenibile e responsabile.

In programma nella prima giornata del WTE UNESCO, giovedì 26 settembre presso la Sala Cinesi Grande di Palazzo Venezia, l’atteso workshop b2b riservato agli operatori del turismo in cui domanda e offerta si incontrano direttamente.

Sono oltre 100 i tour operator italiani e stranieri che incontreranno 70 Buyer specializzati giunti da Regno Unito, Francia, Germania, Belgio, Olanda, Spagna, Austria, Svizzera, Paesi Scandinavi, Israele e, novità dell’edizione 2019, dalla Thailandia.

Paese ospite speciale dell’edizione 2019 del Salone sarà l’Argentina, grazie allo storico legame culturale che da sempre mantiene con il Lazio e la Città di Roma, intensificatosi negli ultimi anni per la presenza di Papa Francesco tra i più amati di tutti i tempi.

Obiettivo del Salone è quello non solo di valorizzare e promuovere i siti e le città Patrimonio dell’Umanità, ma anche di offrire un’occasione di riflessione sulle politiche per il turismo e sui nuovi modelli di sviluppo sostenibile, a partire proprio dall’offerta del brand UNESCO. Il nostro Paese, del resto, con i suoi 54 siti UNESCO, è la nazione che ne ha di più.

Con questo obiettivo e grazie anche alla strategica collaborazione con BTO Educational, il Salone offre un ricco palinsesto di convegni aperti al pubblico, animati dai più grandi protagonisti della cultura, dell’arte e della scienza, tra questi l’archeologo e accademico Andrea Carandini, il Presidente della Fondazione Matera – Basilicata Salvatore Adduce, il Presidente ANICA Francesco Rutelli, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris. E ancora tanti i progetti innovativi di promozione e sviluppo del territorio, eventi culturali e proposte di luoghi di particolare pregio da visitare. www.wtevent.it.

Così in una nota la Regione Lazio.

Print Friendly, PDF & Email