Home Territorio ‘Dall’Arena allo Schermo’, rassegna di cinema d’autore

‘Dall’Arena allo Schermo’, rassegna di cinema d’autore

387
'Dall'Arena allo Schermo'

Il cinema d’autore sotto le stelle all’Anfiteatro Campano tutti i mercoledì fino al 2 agosto

Riceviamo e pubblichiamo.

L’obiettivo della rassegna è quello di accompagnare gli spettatori alla scoperta di opere che, pur avendo avuto minore visibilità durante la stagione, rappresentano un perfetto connubio tra valore artistico e capacità di intrattenimento.

Così il direttore artistico Francesco Massarelli presenta ‘Dall’Arena allo schermo’ la rassegna di cinema d’autore che illuminerà ogni mercoledì, alle 21:00, fino al 2 agosto l’estate dell’Arena Spartacus dell’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere, il secondo Anfiteatro al mondo per dimensioni dopo il Colosseo.

Dopo l’anteprima della scorsa settimana con la ‘Stoffa dei sogni’ di Gianfranco Cabiddu pensata come omaggio a Eduardo De Filippo l’appuntamento inaugurale della rassegna è fissato per mercoledì 5 luglio alle 21:00 con la proiezione di ‘My Italy’, il film di Bruno Colella che racconta le storie di quattro famosi interpreti dell’arte contemporanea internazionale che da anni vivono in Italia: lo scultore polacco Krzysztof Bednarski, il video-artista danese Thorsten Kirchhoff, il pittore americano Mark Kostabi e il performance artist malese H.H. Lim.

Ospiti della prima serata il regista Bruno Colella e l’attore-artista Mark Kostabi. 5 euro il costo d’ingresso per ogni proiezione. Fino alle 20:00 è possibile visitare anche l’Anfiteatro Campano, ultimo ingresso entro le 19:00, e come ogni sera prima, durante e dopo la proiezione ci sono i tavoli all’aperto di ‘Arena Spartacus Amico Bio‘, il primo ristorante biologico al mondo in un sito archeologico.

Il 12 luglio la proiezione del film di Paola Randi ‘Into Paradiso’ con Gianfelice Imparato e Peppe Servillo darà il via ad una serata ad ingresso gratuito dedicata a Fausto Mesolella

Completano la rassegna, ideata e organizzata dall’Associazione Arthmos in collaborazione con ‘Amico Bio – Spartacus Arena’ e Radio Zar Zak e con il patrocinio del Comune di Santa Maria Capua Vetere Vetere, del Polo Museale della Campania e del Consorzio Arte’m, il grande successo spagnolo de ‘La notte che mia madre ammazzò mio padre’, ‘Il cittadino illustre’ dei registi argentini Gaston Duprat e Mariano Cohn, candidato agli Oscar 2017 come miglior film straniero, e ‘La meccanica delle ombre’, il film dell’esordiente regista belga Thomas Kruithof ispirato ai fatti recenti della storia politica francese.

Anticipa Francesco Massarelli:

Gli spettatori non mancheranno di notare un comune denominatore che unirà molti dei film in cartellone ovvero la riflessione sul senso dell’arte.

Ribadendo il concetto secondo il quale il cinema è l’arte capace di riunire in sé tutte le altre in quasi tutti i film della nostra rassegna troveremo, in maniera più o meno esplicita, elementi che ci ricondurranno al teatro, alla musica, alla letteratura o alle arti figurative nelle loro diverse forme.

Francesco Massarelli e Gianfranco Cabiddu
Francesco Massarelli e Gianfranco Cabiddu

Il programma completo della rassegna

Anteprima – Mercoledì 28 giugno ‘La stoffa dei sogni’

Ospite dell’arena il regista Gianfranco Cabiddu.

Il film di Gianfranco Cabiddu che si avvale, tra gli altri, delle straordinarie interpretazioni di Sergio Rubini, Ennio Fantastichini, Renato Carpentieri, Teresa Saponangelo e Francesco Di Leva è la vera rivelazione della stagione. Premiato ai David di Donatello per la migliore sceneggiatura adattata dopo aver ricevuto ben 9 nomination, ha fatto ancora meglio ai Globi d’Oro, premi assegnati dalla stampa estera in Italia, dove ha portato a casa il premio per il miglior film sbaragliando la prestigiosa concorrenza di ‘Indivisibili’, ‘La pazza gioia’, ‘Fai bei sogni’ e ‘La tenerezza’.

Attualmente concorre con tre nomination ai Nastri d’Argento, premi del Sindacato Italiano Critici Cinematografici. Il film, ambientato sull’isola dell’Asinara, rende omaggio a Shakespeare e ad Eduardo, con il quale Cabiddu lavorò per cinque anni con la mansione di fonico.

In particolare, nel film, di Eduardo vengono rielaborati due testi ‘L’arte della commedia’ e la traduzione che lui stesso fece de ‘La tempesta’ di Shakespeare. Il risultato è un brillante e divertente gioco di messa in scena che una compagnia di teatranti è costretta a realizzare insieme a tre malviventi sopravvissuti ad un naufragio durante il trasferimento al carcere dell’isola.

Mercoledì 5 luglio ‘My Italy’

Ospiti dell’arena il regista Bruno Colella e l’artista-attore Mark Kostabi.

Il film di Bruno Colella ha molte facce ed è probabilmente il felice coronamento della carriera di un autore/attore poliedrico. Trasferitosi da Napoli a Roma Colella è stato autore teatrale ed esponente della transavanguardia negli anni ’80.

Grande appassionato di arte contemporanea e di musica, ha stabilito proficue collaborazioni con il critico d’arte Achille Bonito Oliva e con molti musicisti della scena napoletana, dai fratelli Bennato ad Enzo Gragnaniello, Pietra Montecorvino e Tony Esposito.

In ‘My Italy’ riunisce le sue passioni ed i suoi amici in un bizzarro e geniale divertissement che ruota intorno alle figure di 4 famosi interpreti dell’arte contemporanea internazionale che da anni vivono in Italia: lo scultore polacco Krzysztof Bednarski, il video-artista danese Thorsten Kirchhoff, il pittore americano Mark Kostabi e il performance artist malese H.H. Lim.

I quattro artisti si prestano ad una serie di divertenti gag che li vedono protagonisti al fianco di attori come Lina Sastri, Rocco Papaleo, Nino Frassica, Alessandro Haber, Sebastiano Somma, Serena Grandi, Piera Degli Esposti, Luisa Ranieri e Jerzy Stuhr, che fu attore per Kieslowski.

A fare da cornice all’intero racconto il tentativo di uno stravagante regista, interpretato dallo stesso Colella, di trovare finanziatori per il suo film.
Alla serata interverrà anche il critico d’arte casertano Enzo Battarra.

Mercoledì 12 luglio ‘Into Paradiso’

Una serata in memoria di Fausto Mesolella.
Ospite dell’arena la regista Paola Randi.

Il film di Paola Randi è uscito nelle sale italiane il 10 febbraio del 2011 con un’anteprima nazionale tenuta al Cineclub Vittoria di Casagiove. La scelta di inserirlo all’interno di questa rassegna nasce dalla forte volontà di tutti gli organizzatori e della stessa regista di ricordare anche attraverso il contributo dato al cinema il grande amico e maestro Fausto Mesolella che del film firmò la splendida colonna sonora.

‘Into Paradiso’ rappresenta un ulteriore modo di declinare i toni della commedia, attraverso un racconto che si traveste da crime-story.

Splendidi interpreti del film sono Gianfelice Imparato e Peppe Servillo affiancati dall’attore dello Sri Lanka Samam Anthony, che, nei panni di un ex-campione di cricket dà rifugio ad un impacciato ricercatore universitario in fuga dalla criminalità organizzata.

Il film è anche un bel racconto di umanità e di solidarietà che si stabilisce nel pittoresco cuore di Napoli tra personaggi che sembrano non avere nulla in comune.

Mercoledì 19 luglio ‘La notte che mia madre ammazzò mio padre’

Arriva dalla Spagna questa esplosiva commedia che ammicca al genere giallo con evidenti richiami ad Agatha Christie in un misterioso, e divertente, susseguirsi di colpi di scena.
Il film, diretto dalla regista Ines Paris che in Italia si era fatta conoscere nei primi anni 2000 con il film ‘A mia madre piacciono le donne’, ha un’unità spazio-temporale quasi unica svolgendosi nel corso di una sola serata in una casa dove una famiglia allargata si riunisce a cena con un noto attore argentino per discutere un progetto cinematografico.

Nel cast brillano Belen Rueda, che fu splendida protagonista di “Mare dentro” accanto ad Javier Bardem, e l’attore argentino Diego Peretti che interpreta con straordinaria ironia il ruolo di se stesso.

Mercoledì 26 luglio ‘Il cittadino illustre’

I registi argentini Gaston Duprat e Mariano Cohn proseguono, dopo ‘L’artista’, la loro riflessione sul senso dell’arte e sul rapporto che si crea tra chi la produce e chi ne usufruisce.

Protagonista questa volta è uno scrittore argentino, dal carattere poco socievole, che dopo aver ricevuto, con scarsa convinzione, il Premio Nobel per la letteratura decide di accettare la cittadinanza onoraria del suo piccolo paese natale da cui è partito circa 40 anni prima alla volta dell’Europa senza mai più esserci tornato.

Il ritorno a casa farà riemergere tensioni e conflitti mai sopiti, ma darà luogo anche ad una serie di situazioni paradossali. Il film è stato presentato, con straordinario successo, in concorso ufficiale alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia del 2016 dove l’attore protagonista Oscar Martinez ha ricevuto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.

Mercoledì 2 agosto ‘La meccanica delle ombre’

Ispirato a fatti recenti della storia politica francese il film dell’esordiente regista belga Thomas Kruithof è un’inedita spy-story che contrappone alla crescente tensione narrativa la figura, quasi hitchcockiana, di un meticoloso ed ordinario contabile che, suo malgrado, si trova coinvolto in un complotto che rischia di sconvolgere l’intero paese.

Molto distante dalle storie di spionaggio del cinema recente il film si fa apprezzare anche per la capacità di raccontare la dimensione intima ed umana del protagonista, interpretato dal bravissimo Francois Cluzet, già protagonista di ‘Quasi amici’ e di tanti altri importanti titoli del cinema francese.

L’unico ruolo femminile del film è affidato ad una delle nostre più brave attrici, Alba Rohrwacher, che con la sua interpretazione in lingua francese, apprezzabile nella versione originale, si conferma attrice di assoluto livello internazionale.
Il film è stato presentato in concorso ufficiale al Torino Film Festival 2016.

In caso di maltempo le proiezioni saranno spostate al giorno successivo.

Biglietto d’ingresso:
€5,00

La serata del 12 luglio dedicata a Fausto Mesolella sarà ad ingresso gratuito.

'Dall'Arena allo Schermo'

Print Friendly, PDF & Email