Home Campania Comune di Napoli Napoli, Buonanno su aggressione dipendenti welfare

Napoli, Buonanno su aggressione dipendenti welfare

429
Monica Buonanno


Download PDF

‘L’Amministrazione è come sempre dalla loro parte’

Riceviamo e pubblichiamo dall’Ufficio Stampa del Comune di Napoli.

Stamani 18 giugno, presso la sede dei servizi welfare di vico Santa Margherita a Fonseca, alcuni dipendenti del Comune di Napoli hanno subito un’aggressione ad opera di due persone che sono entrate forzando il portone principale.

Sono stati distrutti computer, attrezzature e suppellettili; i 12 dipendenti presenti, per fortuna, sono rimasti illesi.

Dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali e al Lavoro Monica Buonanno:

Da ore sono alle prese con l’aggressione subita dai dipendenti del Comune di Napoli ad opera di due persone che sono riuscite ad accedere agli uffici del Welfare nella sede di vico S. Margherita a Fonseca.

Un’aggressione violenta e ingiustificata, perché non è con la violenza che si pone rimedio alle enormi difficoltà quotidiane. Siamo consapevoli di essere parte di un complicato sistema di protezione sociale, che spesso confligge con gli atti amministrativi necessari.

La nostra quotidiana battaglia è quella che prova a coniugare la perfezione degli atti amministrativi con le rapidità necessaria alle erogazioni di servizi e misure ai cittadini. Non smetteremo mai di lottare affinché ai cittadini più fragili sia data la possibilità di vivere meglio.

Questo è il motivo che mi ha spinto – tra gli altri – a volere fortemente l’albo pubblico per le tutele, atto di grande dignità e attenzione verso le persone deboli. Non finirò mai di ringraziare l’ufficio Programmazione sociale per il contributo che sta dando a rendere l’albo pubblico una realtà per la città di Napoli.

A tutti i dipendenti va la mia completa e piena solidarietà, comprensione e supporto, perché mai e poi mai una persona deve trovarsi in situazioni di pericolo nello svolgimento dell’attività lavorativa.

Abbiamo immediatamente contattato le forze dell’ordine per maggiore controllo degli uffici oggetto dell’aggressione, presidio pubblico di prossimità reale.

Come cittadina e come Assessore sono accanto a tutti i dipendenti, affinché non si sentano soli e sappiano che l’Amministrazione è come sempre dalla loro parte.

Print Friendly, PDF & Email