Home Territorio ‘Le forme sonore di un’economia creativa’ al San Pietro a Majella

‘Le forme sonore di un’economia creativa’ al San Pietro a Majella

436
'Le forme sonore di un'economia creativa'


Download PDF

Appuntamento il 14 febbraio a Napoli per la presentazione del libro di Rossella Del Prete

Riceviamo e pubblichiamo.

Martedì 14 febbraio 2023, alle ore 16:00, presso la Sala Muti dello storico Conservatorio di Musica di San Pietro a Majella a Napoli, si terrà la presentazione del libro di Rossella Del Prete, ‘Le forme sonore di un’economia creativa. Il mercato musicale a Napoli in età moderna (secc. XVII – XIX)’, Kinetès edizioni 2022, che offrirà lo spunto per creare un ponte tra passato e presente e parlare di una delle relazioni più attuali e interessanti del momento ovvero quella esistente tra creatività, cultura, economia e tecnologia.
A partire dalla ricerca storico economica condotta dalla prof.ssa Del Prete, nell’archivio storico del Conservatorio S. Pietro a Majella, il dibattito verterà sull’abilità di creare e far circolare capitale intellettuale in grado di generare guadagno, nuovi posti di lavoro e di promuovere inclusione sociale, diversità culturale e sviluppo umano.

La storia parte da Napoli, una delle più grandi capitali della cultura europea dove, tra età moderna e contemporanea, nacque una straordinaria forma di economia creativa prodotta innanzitutto nelle cappelle e nei conservatori musicali, nelle botteghe artigianali e in quelle armoniche, nelle copisterie e nelle stamperie, nei teatri e nelle sale private, negli spazi urbani e nel mare: un trionfo di creatività, di intraprendenza produttiva e finanziaria, di viaggi e di confronti culturali, di inclusione e partecipazione a più livelli sociali.

La città produce cultura che, a sua volta, crea identità e rendite di posizione, elementi-chiave per lo sviluppo e la sua competitività.

Il settore culturale è inerente tanto alle questioni strettamente connesse al patrimonio culturale – tutela, valorizzazione e dunque gestione -, quanto alle biblioteche, agli archivi, ai musei e allo spettacolo dal vivo – teatro, musica, danza – nonché alle questioni inerenti la produzione e la distribuzione di arte e cultura.

La ricerca condotta da Rossella Del Prete, mettendo al primo posto della filiera culturale la ricerca storica, racconta della nascita di quattro originali “officine musicali”, che segnano la nascita di vere e proprie “industrie culturali e creative” a Napoli in età moderna, e suggerisce nuovi percorsi di ricerca e di valorizzazione culturale.

A discutere di creatività e innovazione – in prospettiva storica e interdisciplinare – come forze in grado di trasformare il mondo perché in grado di creare più investimenti, più profitti e più occupazione, interverranno, oltre all’autrice del libro, il Direttore del Conservatorio San Pietro a Majella, Carmine Santaniello, Paologiovanni Maione, Prof. Ordinario di Storia della Musica al San Pietro a Majella di Napoli, Gaetano Sabatini, Prof. Ordinario di Storia economica all’Università Roma Tre e Direttore dell’ISEM – CNR, Candida Carrino, Direttrice dell’Archivio di Stato di Napoli, Gennaro Rispoli, Direttore scientifico del Museo delle Arti Sanitarie e Presidente dell’Osservatorio permanente per il Centro Storico di Napoli – Sito Unesco, Stefano Consiglio, Prof. ordinario di Economia aziendale alla Federico II e neo Presidente di Fondazione con il Sud.

Le conclusioni saranno affidate al Prof. Felice Casucci, Assessore al Turismo della Regione Campania.

Non mancherà la musica, vera protagonista dell’iniziativa, grazie agli interventi dei Maestri Tommaso Rossi e Alessandro De Carolis.

Print Friendly, PDF & Email